facebook twitter rss

Tempio crematorio, Rossi (Lega):
“Quali vantaggi per la comunità,
il sindaco Terrenzi risponda”

SANT'ELPIDIO A MARE - La responsabile comunale del Carroccio: "Sarebbe il caso di ascoltare la volontà popolare, alla quale non possiamo affidarci solo quando ci fa comodo, ovvero mettere nero su bianco l’effettivo vantaggio derivante alla comunità"
Print Friendly, PDF & Email

“Il Centro crematorio e le risposte che il Sindaco di Sant’Elpidio a Mare non dà. Ancora sul Centro crematorio che dovrebbe sorgere nella periferia della frazione Cura Mostrapiedi di Sant’Elpidio a Mare? Sì. Però con argomentazioni diverse.
Che siamo contrari a questa ipotesi lo abbiamo detto ai quattro venti, a fianco delle popolazioni che vivono intorno a quell’area e che ritengono, a vario titolo, inopportuna questa installazione, come di recente ha ribadito il nostro consigliere regionale Lucentini”. Così, in una nota stampa, Rebecca Rossi, referente comunale della Lega.

“Quando una Pubblica Amministrazione fa un progetto o decide di fare proprio un progetto di esterni che lo propongono, questo deve rispondere a una pubblica esigenza ovvero si deve far condividere il vantaggio che ne deriverà per la comunità. È la domanda che poniamo al sindaco Terrenzi: quale utilità deriverebbe alla comunità elpidiense dalla nascita del Centro crematorio? Risponde a una richiesta della popolazione? No. Risponde a una esigenza della popolazione? No. La popolazione lo vuole? No. La comunità ne riceverebbe un beneficio? Assolutamente no.
Allora ecco che entra in ballo l’altro aspetto del ‘quantum’ che l’impresa apporterebbe alle casse del Comune. Forse il consigliere comunale Greci nel suo intervento l’ha detto brutalmente, ma alla fine è l’unica risposta che il Comune potrebbe dare. Sarebbe allora il caso di ascoltare la volontà popolare, alla quale non possiamo affidarci solo quando ci fa comodo, ovvero mettere nero su bianco l’effettivo vantaggio derivante alla comunità, magari anche dicendoci perché altri Comuni della zona hanno cortesemente rifiutato il progetto e l’incasso del bonus contrattuale.
Questo dovrebbe chiarire il sindaco Terrenzi e, al tempo stesso, vista la sua forte sensibilità per il dopo-vita degli elpidiensi, farsi un giro nel cimitero del capoluogo, e vedere in quale abbandono e incuria è ridotto. Metterci mano, quello sì sarebbe un servizio necessario e gradito alla comunità”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti