facebook twitter rss

Lettera aperta al direttore Livini,
Bellesi: “E’ tempo di restituire
i servizi nei territori dell’Av4″

SANITA' - Le richieste, in una lettera aperta, del commissario provinciale Popolari Marche-Udc, Moreno Bellesi, al direttore di Area vasta 4, Licio Livini
Print Friendly, PDF & Email

Moreno Bellesi

Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta che il commissario provinciale Popolari Marche-Udc, Moreno Bellesi, invia al direttore dell’Area vasta 4, Licio Livini

Ill.mo Direttore Generale ASUR  AV4 di Fermo

Dott. Licio Livini

LETTERA APERTA

Gentile Direttore, mi arrivano notizie che è in corso una riorganizzazione all’interno del plesso ospedaliero di Fermo. Il reparto di Medicina Amandola è stato spostato con un ordine arrivato tra sabato e domenica scorsi (?) per consentire l’installazione della strumentazione utile alla realizzazione del futuro servizio di emodinamica o così sembra almeno, in quanto non risulta (a me) che la Regione Marche ne abbia rilasciato autorizzazione e comunque mi chiedo con che personale potrà svolgersi questo nuovo importante servizio e con quali tempi. Sono a chiederLe perciò delucidazioni in merito in quanto da diverse settimane sono ultimati i lavori di realizzazione della “struttura” provvisoria di Medicina ad  Amandola, oltre ad essere già pervenuti alcuni arredi donati da benefattori.   Questo spostamento del reparto in tempo di pandemia grave è quantomeno curioso, ma ci è utile, sgombra dal campo qualsiasi futuro alibi in merito (alla pandemia) in caso di ulteriori ritardi nel ritorno del servizio nel suo alveo naturale. In realtà Lei si era già impegnato a fare un certo “decentramento” di diversi servizi dall’ospedale di Fermo alle varie strutture periferiche territoriali (molte le Sue dichiarazioni apparse sulla stampa in questi mesi passati); questo ancora non si evidenzia, e sarebbe stato certo cosa opportuna tra la prima ondata della pandemia e la seconda che stiamo affrontando.  E’ certamente importante anche essere a conoscenza dello stato di avanzamento dell’iter di accreditamento della struttura di Medicina provvisoria di Amandola da parte della Regione, se iniziato e se concluso.  E’ altresì estremamente importante restituire questo servizio (e tutti gli altri) con immediatezza  nelle aree interne, le difficoltà di averli lontano per la popolazione stremata dal sisma (ben 4 anni sono passati), dal virus, dalla crisi economica sono diventate insostenibili, ed è anche giusto far riavvicinare il relativo personale sanitario del reparto (che andrebbe certamente premiato). Mai come in quest’epoca c’è bisogno di restituire fiducia ai cittadini, di dar loro certezze, far sentire loro la vicinanza delle istituzioni. Sono certo che Lei ne sia perfettamente consapevole. La prego pertanto, nella massima trasparenza possibile, quale principio fondante della gestione della pubblica amministrazione come da art. 1 Legge 14 marzo 2013 n. 33 , di dare informazione pubblica al pari di questa mia in merito a quanto sopra richiesto indicando tempistiche quanto più realistiche possibile. Il cambiamento politico che i cittadini hanno scelto nella nostra Regione evidenzia una necessità di concretezza ed efficienza nei servizi pubblici, un cambio di passo, in particolar modo nella gestione della tutela della salute. Non possiamo e non vogliamo deluderli. Resto in attesa di riscontro e distintamente La saluto.

Li 29.10.20                           

Il Commissario Provinciale  del Fermano                                           

Popolari Marche UDC

Moreno Bellesi


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X