facebook twitter rss

Beffa finale per il Futsal Cobà,
il Cus Molise sorride
grazie ad un super Barichello

SERIE A2 - Sangiorgesi di nuovo in campo in quel di Campobasso dopo i tanti rinvii causa Covid. Partita risolta dai locali a far leva su un'ingenuità ospite commessa nei pressi dell'epilogo di sfida, per il 5-4 del triplice fischio impresso nel vivo segno del talento domestico classe 1995
Print Friendly, PDF & Email

La delusione del Futsal Cobà al triplice fischio molisano

CAMPOBASSO – Futsal Cobà costretto a cedere il passo esterno al Cus Molise, compagine che ha dimostrato senza dubbio la propria forza,  di squadra e nei singoli, a sottolineare Matheus Barichello sugli scudi in quanto autore di un poker da antologia.

C’era anche luna certa dose di legittima curiosità nel vedere il tipo di prestazione messa in campo dagli uomini di Campifioriti, costretti a giocare fino ad ora solo una gara sulle quattro previste a causa dei ripetuti rinvii causa Covid.

La squadra è apparsa più tonica nel secondo tempo, pur uscendo sconfitta, rispetto alla prima frazione nella quale il pareggio che stava maturande poteva addirittura sembrare largo. Nel complesso, se gli Sharks fossero usciti con almeno un punto da Campobasso non si sarebbe gridato allo scandalo, considerando che solo un’ingenuità ha costretto il Cobà all’inferiorità numerica nel cuore del match.

Andando però con ordine, inizio di marca molisana ma vantaggio firmato dal Cobà grazie ad un’improvvisa azione ben conclusa da Borsato. Rete a stimolare i sangiorgesi, che iniziano a carburare e quindi a legittimare un netto cambio di inerzia prima dell’arrivo della magia da cineteca di Barichello a riequilibrare il tutto. Lo stesso Barichello riporta avanti i suoi e con merito per le numerose occasioni create, ma il Cobà è abile nel trovare, da una palla inattiva, lo schema giusto per Bernardez che non sbaglia e manda tutti all’intervallo sul 2 a 2.  

La ripresa si apre con il vantaggio firmato Nico Sgolastra, che fulmina l’estremo ospite con una saetta dal basso verso l’alto. Gli uomini di Sanginario reagiscono con veemenza ribaltando la situazione, ancora con Barichello e quindi con Turek: 4 a 3 e la gara diventa veramente spettacolare per merito di entrambe le squadre. Un’altra bella combinazione porta Sgolastra, che insieme a Borsato è parso il migliore dei fermani nella gara in esame, alla doppietta personale ed al pareggio.

Sviercovski salva gli Sharks dalla capitolazione con un intervento che vale più di un gol, ma quello che divide gli ospiti dal Cus Molise è l’ “uomo in più” Barichello, a calamitare su di se moltissimi di falli. Scatta così il sesto proprio quando il Cobà è in attacco e, quel che è peggio, costa persino il secondo giallo all’indirizzo di Guga. Fiuza miracoleggia sul tiro libero di Barichello, ma quando il gioco riprende l’inferiorità numerica spiana la strada al gol che sarà della vittoria.

La sconfitta fa male, e arriva ancora per un’ingenuità evitabile. La prestazione nel complesso c’è stata e dalla sufficienza del primo tempo è diventata buona nel secondo. Ora il lavoro di mister Leonardo Campifioriti deve proseguire con fiducia, migliorando quel che è necessario. Serve continuità di rendimento nell’arco della gara e la si ottiene solo potendo scendere in campo.

p. g. 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti