facebook twitter rss

Videx da poker,
espugnata anche Roma

SERIE A3 - La compagine di coach Ortenzi porta a casa lo scalpo della Smi al termine di un match sudato ed avvincente. Per i grottesi matura dunque il quarto successo consecutivo di torneo. Le considerazioni del tecnico sulla strada di ritorno per Grottazzolina
Print Friendly, PDF & Email

ROMA – La Videx centra il quarto successo consecutivo di campionato al termine di un match sudato ed avvincente al cospetto di una Smi Roma encomiabile per grinta e tenacia.

Coach Budani schiera Morelli e Rossi in diagonale, De Fabritiis e Sideri in attacco, Coggiola e Antonucci al centro con Titta libero. Risponde coach Ortenzi con Marchiani-Calarco, Vecchi e Starace laterali, Romagnoli e Cubito al centro con Romiti a governo della difesa

IL TABELLINO

SMI ROMA 1: Morelli 5, Coggiola 11, De Fabritiis 2, Franchi De’ Cavalieri, Antonucci 10, De Vito ne, Rossi 15, Titta (L1), Consalvo, Tozzi, Milone (L2) ne, Sideri 9, Iannaccone ne, Mandolini 18. All. Budani

M&G VIDEX GROTTAZZOLINA 3: Perini ne, Romagnoli 10, Cubito 4, Vecchi 16, Calarco 27, Pison ne, Reyes, Di Bonaventura, Viciedo ne, Starace 20, Gaspari ne, Marchiani 2, Romiti (L). All. Ortenzi

ARBITRI: Merli e Verrascina

PARZIALI: 19-25 (24’); 25-23 (27’); 32-34 (40’); 19-25 (24’)

LA CRONACA

Fase iniziale di studio per le due formazioni. Partono bene gli ospiti con Calarco che blocca Sideri a muro (1-2). Roma tenta subito lo strappo con De Fabritiis dopo un errore al servizio di Starace (6-4) ma la Videx torna avanti col muro vincente di Marchiani e trova il +3 con Calarco (7-10). I ragazzi di Ortenzi approcciano bene la gara soprattutto in fase muro con Starace che neutralizza Rossi e costringe coach Budani al primo timeout del match (9-12). Sideri è il più coinvolto nelle azioni offensive dei padroni di casa ma la Videx accelera e annichilisce la formazione capitolina con l’uno-due targato Starace-Romagnoli: ennesimo muro vincente dello schiacciatore campano ed ace, subito dopo, per il centrale classe ‘98 (11-17). Morelli prova a scuotere i suoi rompendo la fase break dei grottesi ma Vecchi non perdona (13-20). La pipe di Starace vale il 14-21 ma Mandolini, subentrato a De Fabritiis, apre una serie da tre che costringe questa volta coach Ortenzi a fermare il gioco (17-21). Al rientro in campo è ancora Starace a scavare il solco decisivo e a chiudere, dopo il secondo ace di Romagnoli, il parziale sul 19-25.

Apertura di secondo set nel segno di Mandolini e del videocheck che conferma la palla out di Starace (1-2). Coggiola risponde all’ace di Calarco e Starace imita Morelli spedendo out la sfera dai nove metri (4 pari). Romagnoli sugli scudi con il monster-block che vale il +2 (4-6). Videx ancora ficcante al servizio con capitan Vecchi, due volte, a far male ai capitolini: 6-11 e nuovo timeout per coach Budani. Al rientro in campo la svolta del set. L’inerzia del match cambia totalmente e mattone dopo mattone i ragazzi di Budani costruiscono la rimonta portandosi addirittura in vantaggio con Sideri (16-15). Il videocheck sorride ancora ai padroni di casa che trovano il doppio vantaggio prima dell’ennesimo timeout grottese (20-18). Coach Ortenzi gioca le carte Di Bonaventura e Reyes dai nove metri ma Roma reagisce costruendosi due palle set (24-22). Vecchi prova a tenere vivo il parziale ma è capitan Rossi a pareggiare i conti (25-23). 1-1 e tutto da rifare.

Il terzo set è da montagne russe. Roma protagonista con Coggiola (4-3) ma la Videx torna prepotentemente avanti con Starace (4-7). Dopo il timeout di coach Budani, Romagnoli fa ancora centro dai nove metri ma Antonucci mantiene invariato il distacco (6-9). Calarco colpisce ma Coggiola dice “no” a Vecchi (8-11). Il capitano grottese si riscatta subito dopo, prima del muro vincente di Rossi su Calarco (9-14). Starace torna a colpire con un pallone beffardo per la difesa di casa (10-16). Fase centrale di set con Roma che sembra trovare le contromisure al muro grottese dimezzando il divario (13-16). Videocheck ancora una volta protagonista, stavolta in favore degli ospiti, dopo un fallo di Antonucci a rete (13-18). Sideri mette troppa potenza nel suo diagonale e spara out il pallone che vale il + 6 Videx (13-19 e timeout per i padroni di casa). Starace mette a terra il pallone del 15-20 dopo un’azione interminabile di gioco che costringe Morelli al forfait (sostituito da Franchi) in seguito ad uno scontro con Titta. Fase finale di set che vede i capitolini rifarsi pericolosamente sotto con il muro vincente di Coggiola che costringe coach Ortenzi a fermare il gioco (20-22). Romagnoli vanifica il diagonale chirurgico di Mandolini che porta i suoi a -1 (22-23). I padroni di casa ci credono e trovano incredibilmente il pari annullando due setball a Vecchi e compagni (24 pari). Antonucci risponde a Calarco (26-26) e Starace annulla Coggiola (31 pari). Coach Ortenzi rivede i fantasmi del secondo set ma Calarco si veste da ghost-buster e pesca il jolly dai nove metri prima dell’errore di Rossi per un roboante 32-34 finale.

Morale agli antipodi per le due formazioni e Videx subito avanti nei primi scambi del quarto set con Romagnoli (2-4). Roma accusa il colpo e coach Budani ferma il gioco dopo una palla a rete dei suoi (4-9). Duello al centro targato Cubito-Coggiola, prima della sferzata di Calarco (7-13). Mandolini accorcia per i padroni di casa ma Starace trasforma in oro una palla sporca (11-15). Calarco va ancora a segno con un colpo dei suoi prima del bis di Vecchi (14-19). Il solito Mandolini prende l’ascensore, colpisce in pipe e riporta Roma a -3 (16-19) ma stavolta il tentativo di rimonta va a vuoto. Starace ricaccia indietro i capitolini (17-23). Calarco, top scorer della sfida con 27 segnature, guadagna il primo di ben sei matchpoint ed infine trasforma, dopo un preziosismo di Morelli, la palla del 19-25 che fa scorrere i titoli di coda sul match.

 

LE DICHIARAZIONI

E’ stato dunque un match condito da svariati ribaltamenti di fronte e giocato per larghi tratti sul filo del rasoio, a rendere quanto mai profetiche le parole di Simone Calarco settantadue ore prima della discesa in campo.

E’ stato proprio il grande ex della sfida l’uomo più determinante nell’economia dell’incontro con 27 punti totali (48% di efficacia offensiva a fronte di 48 attacchi complessivi) di cui 3 ace, uno decisivo nel finale di terzo set, ed un muro vincente. Di spessore anche la prestazione di Starace che ha sfondato il muro dei 20 punti e messo la firma su 3 dei 9 muri vincenti della Videx. La concretezza di capitan Vecchi e le 10 timbrature di Romagnoli ( 2 dai nove metri) hanno fatto poi il resto, consegnando alla squadra altri tre punti che la proiettano a quota 11 punti in classifica, dietro alla solita Galatina.

“Siamo partiti molto bene, facendo al meglio ciò che avevamo preparato – ha dichiarato coach Ortenzi (foto) nel post gara -. Poi nel secondo set siamo diventati troppo fallosi, abbiamo allentato un po’ al servizio e a muro mentre Roma, con qualche cambio e tanta buona volontà, si è rifatta sotto e ha cambiato la partita. Ha preso a giocare meglio, a difendere tanto e a murare in modo efficace i nostri attacchi. Anche nel terzo set il loro muro ci ha dato filo da torcere e ci ha costretti ai vantaggi. A quel punto la svolta del match l’abbiamo trovata nel servizio – ha proseguito il coach grottese -. Avevamo preparato delle varianti che nel punto a punto finale ci hanno dato la spinta necessaria per vincere. Sono contento della prestazione perché abbiamo dimostrato grande lucidità, senza farci condizionare dagli errori e creandoci sempre nuove opportunità di contrattacco. Praticità, concretezza ed ordine ci hanno permesso poi di fare nostro anche il quarto parziale e di portare a casa i tre punti nonostante la buona pallavolo mostrata da Roma”,

Nuovo fieno in cascina che va a rinforzare il secondo posto in graduatoria, con le dovute considerazioni del caso: “La classifica ad oggi non significa nulla. Non si tratta di scaramanzia, semplicemente ci sono ancora tante, troppe gare da recuperare e dovremo aspettare almeno l’intero girone di andata per individuare i valori reali del torneo – ha aggiunto Ortenzi -. Al momento vedo un campionato molto equilibrato ed il lato positivo è che abbiamo gli strumenti necessari per fare la nostra pallavolo e potercela giocare alla pari con tutti. Credo sia questo l’unico segnale veramente importante che dobbiamo cogliere nelle poche giornate disputate fino ad oggi.”

Domenica prossima (ore 16) la Videx è attesa dalla seconda trasferta consecutiva sul campo della Normanna Aversa Academy.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X