facebook twitter rss

Lotta alla violenza sulle donne,
Romanelli: “L’importanza dell’impegno
di istituzioni e famiglie”

MONTERUBBIANO - "Illuminando di arancione il Palazzo comunale (campagna Onu Orange the World), invitiamo tutti a vivere il 25 novembre come momento di riflessione e di impegno collettivo"
Print Friendly, PDF & Email

Il vicesindaco di Monterubbiano, Silvia Romanelli

“L’attuale emergenza epidemiologica non può e non deve farci dimenticare il significato del 25 novembre (Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne) ed il dovere di combattere una delle manifestazioni più vergognose di violazione dei diritti umani”. Così, in una nota, la vicesindaca e assessore alle Pari opportunità di Monterubbiano, Silvia Romanelli.

“L’Amministrazione comunale di Monterubbiano è estremamente sensibile – spiega il vicesindaco per conto di tutta la giunta guidata dal primo cittadino Meri Marziali – al tema della violenza contro le donne e la sottoscritta, in qualità di assessore alle Pari Opportunità, ricorda che è dovere delle istituzioni formare ed informare sui temi della violenza e discriminazione di genere, per la più ampia diffusione di una cultura di parità e di pari opportunità.

Anche se ci definiamo, con orgoglio, un paese avanzato, in realtà, la cronaca ci mostra quasi quotidianamente quanto siamo “indietro” nella lotta all’eliminazione di ogni forma di violenza e discriminazione di genere. Le donne sono ancora costantemente vittime di ignobili violenze fisiche, psicologiche ed economiche e, con esse, troppo spesso anche i loro figli. Nemmeno la Legge n. 69/2019 (il cosiddetto Codice Rosso), ad un anno dalla sua entrata in vigore, ha dato i risultati sperati, poiché nonostante l’inasprimento sanzionatorio di alcuni reati e l’introduzione di nuove fattispecie criminose, i numeri della violenza sono sconcertanti e suggeriscono, probabilmente, di intervenire su altri fronti, prima che su quello repressivo. Sono numeri che reclamano, con urgenza, un forte intervento di educazione ai sentimenti e alle emozioni, a partire da famiglie e istituzioni.

Per questo il Comune di Monterubbiano, non appena le disposizioni normative imposte dall’emergenza sanitaria lo consentiranno, organizzerà un’interessante iniziativa in collaborazione con la Scuola, che era stata programmata per la giornata odierna e che si è deciso di rimandare per poter essere vissuta con piena consapevolezza e coinvolgimento, soprattutto da parte dei giovani, nei confronti dei quali sentiamo forte il dovere di educare ad una cultura di non violenza e nei quali riponiamo la speranza di vincere questa battaglia, per poterci definire, realmente, un paese civile.

Intanto, illuminando di arancione il Palazzo comunale (campagna ONU Orange the World), invitiamo tutti a vivere il 25 novembre come momento di riflessione e di impegno collettivo”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X