facebook twitter rss

La battaglia contro il Covid
e il ‘grazie’ di Vincenza Totò
al personale del Murri

IL RINGRAZIAMENTO di Vincenza Totò, insieme alla sua "compagna di sventura" Delfina Moré a tutto il personale del nosocomio fermano che le ha assistite nella brutta esperienza legata al Covid
Print Friendly, PDF & Email

Riceviamo e pubblichiamo la lettera con cui Vincenza Totò esprime tutta la sua gratitudine al personale dell’ospedale di Fermo.

Petali di rose ai vostri incessanti passi…ali di sostegno per accorrere più velocemente nelle stanze di degenza… perché voi, cari medici, infermieri e personale ausiliario, siete gli angeli custodi di questo piccolo ma tanto grande Ospedale Civile “Murri” di Fermo!
Io, Vincenza Totò, e Delfina Morè, compagne di sventura nella lotta contro il Covid19 vogliamo fortemente esprimere un sentimento di riconoscenza per quanto abbiamo ricevuto durante la degenza: assistenza altamente professionale, attenta, vigile, scrupolosa, quanto altrettanto paziente, discreta umana e calorosa, totale disponibilità, presenza continua e rassicurante, tanta comprensione e cordialità! Al decimo giorno ci ritroviamo in un clima familiare mai provato così intensamente! La massima espressione reale e concreta della grande solidarietà umana… il volto vero della carità fraterna.
Approfitto per rivolgere un caro pensiero alla mia cara compaesana di Torre San Patrizio, l’operatrice sanitaria Assunta Achilli, per la consolazione della sua visita in pronto soccorso e del suo annuncio, per noi quasi miracoloso, del ricovero in reparto infettivi! Certamente avrò modo di riabbracciarla nel nostro piccolo caro paese di collina!
Un ultimo appello da semplici cittadine ai dirigenti sanitari, tecnici ed amministrativi della struttura ospedaliera perché si adoperino, anche in questa emergenza, a mantenere sempre alto questo stupendo, meraviglioso servizio di assistenza medica: faro di speranza per la sofferenza nella malattia Covid e non Covid! Nei vostri pieni poteri, con il peso delle vostre responsabilità, continuate a fare di questo nostro ospedale, lustro, vanto ed orgoglio del nostro territorio!


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti