facebook twitter rss

Ambiente e sostenibilità,
al lavoro gli ”agenti speciali”
del cambiamento

FERMO - Progetto di sensibilizzazione sul tema del verde promosso dall'assessorato guidato da Ciarrocchi che ha reso protagonisti gli alunni dell'Infanzia di Ponte Ete. “I bambini sono veri modelli per trasmettere messaggi di cittadinanza, di rispetto e cura del mondo”, ha dichiarato il membro di giunta
Print Friendly, PDF & Email

Se la bellezza salverà il mondo, il primo esempio di bellezza e di educazione arriva dai bambini.

In questi giorni agli alunni dell’Infanzia di Ponte Ete è stato attribuito l’incarico di agenti speciali del cambiamento, che darà loro un compito importante e che sapranno sicuramente onorare: essere i principali ambasciatori del messaggio di rispetto dell’ambiente e della sostenibilità.

A consegnare l’incarico e il titolo nel cortile della scuola, nel rispetto delle vigenti normative sull’emergenza sanitaria, alla presenza della dirigente Maria Teresa Barisio dell’Isc “Da Vinci- Ungaretti” cui il plesso afferisce, dell’insegnante Fabiana Anzaldi che ha curato il progetto e delle insegnanti della scuola, l’assessore alle politiche ambientali Alessandro Ciarrocchi che ha dichiarato:

“Un esempio di cittadinanza attiva, di partecipazione e di educazione alla sostenibilità ambientale e sociale, che si inserisce nel novero delle tante progettualità su questo tema, dando seguito a quanto fatto nel primo mandato, ovvero educare e sensibilizzare in primis le nuove generazioni, perché saranno loro poi ad essere modelli per noi adulti su questo argomento, che, come è noto, è al primo posto nell’agenda mondiale, vista la sua estrema importanza per il futuro di tutti”.

“L’imprinting che si riceve nei primi anni di vita e soprattutto in quelli della scuola dell’infanzia è fondamentale per lo sviluppo armonico della personalità. Trasmettendo a questa età i principi fondamentali di una corretta educazione ambientale, avremo formato cittadini consapevoli, in grado di badare a loro stessi e al pianeta – ha proseguito -. A tal fine, attraverso attività di gioco e partendo dalle esperienze di vita reale dei bambini, intendiamo far comprendere loro il concetto di sostenibilità’, declinato nelle due accezioni di sostenibilità ambientale e sostenibilità sociale”.

Dunque, una cerimonia che ha visto i bambini ovviamente entusiasti e protagonisti di questa investitura per essere sostenitori del rispetto ambientale, che avranno davanti a loro un anno di giochi e attività sul tema, ed essere così formati anche come cittadini consapevoli.

“A questa seguiranno altre iniziative con e nelle scuole, sempre nel rispetto delle disposizioni sull’emergenza, proprio per proseguire sull’azione di sensibilizzazione che portiamo avanti da tempo e proprio perché crediamo nelle sue enormi potenzialità. Auspico che le nuove generazioni, partendo dal loro territorio di riferimento, si facciano portavoce dell’urgenza di frenare lo sviluppo “Insostenibile” e diventino promotori di proposte ecologiche e sostenibili, rappresentando dei modelli di cittadini attivi e consapevoli” – ha concluso Ciarrocchi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti