facebook twitter rss

Amministrazione e tecnologia,
la città verso il futuro digitale

PORTO SANT'ELPIDIO - Concessa agli operatori delle telecomunicazioni la possibilità di realizzare una loro infrastruttura di rete in fibra ottica, a patto che ne realizzino una parallela di proprietà del Comune interconnettendo una serie di punti di interesse individuati come sedi comunali, plessi scolastici e punti strategici per nuovi punti di videosorveglianza
Print Friendly, PDF & Email

 

Il sindaco Franchellucci e l’assessore Ferracuti

Il piano, attuato da Infratel, società in-house del Ministero dello Sviluppo Economico (Mise), promuove la realizzazione e l’integrazione delle infrastrutture per la fruizione dei servizi internet a Banda Ultra Larga nelle aree a bassa densità di popolazione, dette anche Aree Bianche.

In qualità di società attuatrice dei Piani Banda Larga e Ultra Larga del Governo, Infratel ha indetto tre bandi per l’esecuzione dei suddetti lavori che Open Fiber si è aggiudicata.

L’Italia è ancora indietro quanto a connettività e diffusione della fibra, anche se sta scalando posizioni grazie all’intervento dell’operatore Open Fiber. La Città di Porto Sant’Elpidio è pronta ad abbracciare il futuro digitale.

L’amministrazione comunale ha deciso infatti di concedere ad operatori di telecomunicazioni la possibilità di realizzare una loro infrastruttura di rete in fibra ottica, a patto che ne realizzino una parallela di proprietà del Comune di Porto Sant’Elpidio interconnettendo anche una serie di punti di interesse opportunamente individuati (sedi comunali, plessi scolastici e punti strategici per nuovi punti di videosorveglianza).

In questo modo, il territorio sarà già predisposto alla connettività in fibra Ftth (fiber to the home), assicurando a cittadini ed imprese l’accesso al web a prestazioni impensabili al momento, mentre il Comune avrà una propria infrastruttura all’avanguardia su cui sviluppare una serie di servizi ad alto livello oltre che a sviluppare delle economie di gestione e manutenzione degli attuali impianti.

Mentre per decenni il digitale era demonizzato in Italia, gli altri Paesi facevano infrastrutture, programmi di alfabetizzazione, lavoro sullo sviluppo di competenze tra la popolazione e le aziende. Le previsioni per il futuro a livello nazionale sono di un adeguamento a medio e lungo termine. Tuttavia, l’apertura dei cantieri per realizzare le nuove reti, che sono state costituite con fondi pubblici, al momento sul territorio elpidiense è prevista nel 2022 e probabilmente anche oltre tale data. Quindi, per coloro che si trovano in zone in cui non arriva neanche la normale Adsl (zone industriali sud e nord oltre alcune zone interne), si dovrà attendere ancora più di due anni per riuscire a vedere un incremento rilevante della velocità della propria connessione.

Questo perché non è solo necessario un adeguamento delle infrastrutture, ma anche di tutti i processi che si accompagnano alla costituzione di nuove reti legate alla fibra ottica. “La fibra ottica – afferma il sindaco Nazareno Franchellucci – consentirà a tutti i cittadini e al mondo produttivo di vivere una piena cittadinanza digitale. Dobbiamo garantire la piena fruibilità delle opportunità della rete, soprattutto in questa fase storica che ha imposto la scuola digitale ed il lavoro a distanza. La realizzazione della banda ultra larga consentirà al nostro comune e a tutto il territorio di contrastare gli svantaggi della marginalità. L’amministrazione comunale intende valorizzare le opportunità che la digitalizzazione può apportare in tutti i settori: scuola, lavoro, turismo. Avere una rete internet veloce migliorerà i servizi da parte della pubblica amministrazione e sarà elemento attrattore per l’insediamento ed il potenziamento delle realtà produttive”.

“Il nostro Comune, dichiara l’assessore Emanuela Ferracuti con deleghe alla semplificazione ed alla digitalizzazione -, sarà sempre più connesso e sempre più digital e smart. Con la nuova infrastruttura in fibra ottica mettiamo le basi per offrire a cittadini, e alle attività presenti sul territorio, una connettività di alto livello per accedere a servizi online anche della pubblica amministrazione. L’operazione è molto importante per mantenere il nostro territorio attrattivo e competitivo sia per i privati cittadini che per l’industria, turismo e l’artigianato”.

“In questi mesi con i tecnici comunali siamo riusciti ad accelerare lo studio delle pratiche che poi in ultimo porteranno ad indire una manifestazione di interesse ed alla sottoscrizione delle opportune convenzioni con la ditta aggiudicatrice, propedeutiche, alla posa della Fibra ottica sul nostro territorio. Vogliamo fornire ai nostri cittadini e ai nostri imprenditori una infrastruttura con maggiore affidabilità – ha proseguito il membro di giunta -. Le connessioni in fibra ottica sono più stabili e produttive perché meno soggette a interruzioni e inconvenienti tecnici rispetto al vecchio rame, riducendo così i costi di manutenzione e garantendo un servizio di maggiore qualità per i clienti finali. La tipologia di fibra considerata nel progetto è di tipo Ftth ovvero si intende che la fibra raggiunge direttamente l’interno delle unità immobiliari garantendo la compatibilità con la rapida evoluzione dei servizi di rete.
Entro pochi mesi i cittadini, gli enti, le scuole e le imprese della nostra città potranno usufruire di una rete ultraveloce, sicura e a prova di futuro, che faciliterà l’accesso ai servizi innovativi della pubblica amministrazione, e garantirà una serie di vantaggi che si estendono ad ambiti come lo streaming online, il telelavoro, l’e-commerce”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X