facebook twitter rss

Regione Marche, nuove risorse
per l’area di crisi del Fermano

POLITICA - L'assessore al bilancio, Castelli: "Al centro dell'attenzione, tra le altre realtà, anche il segmento industriale complesso del distretto delle pelli e delle calzature riferibili alla provincia di Fermo e del confinante Maceratese"
Print Friendly, PDF & Email

 

Guido Castelli

Oltre 4 milioni di euro di nuove risorse per l’accordo di programma area di crisi industriale complessa dalla distretto pelli-calzature-fermano-maceratese .

Lo annuncia l’assessore al bilancio Guido Castelli dopo l’approvazione da parte della giunta della rimodulazione del cronogrammma finanziario per il 2021 e il passaggio in consiglio dell’assestamento di bilancio.

“Sono due le novità principali – spiega Castelli -: incrementiamo le risorse per oltre 2 milioni di euro per il bando già uscito relativo agli investimenti produttivi delle imprese e stanziamo circa altri 2 milioni di euro per l’attivazione delle misure Fesr inerenti la digitalizzazione delle imprese e la trasformazione dei processi produttivi. Il relativo bando uscirà nei primi mesi del 2021. In questo modo potremo finanziare più progetti e venire incontro alle richieste delle associazioni di categoria e del territorio che avevano appunto espresso la necessità di bandi a scadenza non troppo ravvicinata. L’auspicio è quello di infondere nuova linfa a sostegno del tessuto produttivo del fermano maceratese che, oltre ad un periodo di crisi economica strutturale, si trova ora ad affrontare anche tutte le problematiche legate alla pandemia”.

In particolare, sul bando pubblicato ad agosto con scadenza 7 ottobre scorso a sostegno degli investimenti, e finanziato con fondi del bilancio regionale, il provvedimento prevede l’incremento delle risorse da 4,95 mln euro originari a € 5.948.490 (la dotazione disponibile sul Bando arriverà a € 7,1 mln con l’operazione prevista in assestamento). Ciò consentirà di finanziare un numero più elevato di progetti, considerato che sono pervenute 90 richieste per 34 mln € di investimento e 13 mln circa di contributi potenziali erogabili. Si ricorda che il bando finanzia progetti da € 100.000 a € 800.000 di investimento ammissibile con un contributo a fondo perduto pari al 40% con il regime del quadro temporaneo Covid approvato dalla Commissione europea lo scorso marzo e attualmente prorogato al 30/06/2021. Si prevede inoltre, che nel caso ci siano nuove risorse disponibili, queste vengano dirottate a beneficio di questa procedura, sostanzialmente per “scorrere” ulteriormente la graduatoria.

L’accordo tra il Ministero dello Sviluppo economico, Invitalia, Anpal, Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, Regione Marche, Provincia di Macerata e Provincia di Fermo sottoscritto il 22 luglio scorso vuole incentivare la strategia di rilancio industriale e gli interventi operativi necessari per l’area del maceratese e del fermano. Il ritardo con cui però è stato sottoscritto dal Governo, ha determinato l’esigenza di una forte accelerazione nella approvazione della graduatoria del bando già pubblicato e di far slittare di alcuni mesi l’uscita degli altri bandi. Per questo motivo si è verificata la necessità di spostare le risorse sull’annualità 2021.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti