facebook twitter rss

Variante urbanistica, nuove
opportunità per Lido Tre Archi

FERMO - Dopo l'istallazione delle telecamere e l'impianto d'illuminazione, lo skate park, il parco giochi, la pista di pattinaggio, arriva anche da parte della giunta la possibilità di aprire esercizi commerciali nei piani terra di via Nenni
Print Friendly, PDF & Email

L’assessore Di Felice

“Ieri abbiamo approvato definitivamente una variante urbanistica importante per il percorso di riqualificazione di Lido Tre Archi: già le telecamere e l’illuminazione, già lo skatepark e il parco giochi, già la pista di pattinaggio, già l’azione continua di Forze dell’Ordine, già le ordinanze del Comune di chiusura di appartamenti/base. Con questa variante diamo la possibilità di aprire esercizi commerciali nei piani terra di via Nenni. È importante accompagnare la riqualificazione e il controllo con lo sviluppo ed il sostegno. E noi continueremo, anche se c’è chi vorrebbe che il quartiere non andasse avanti”.

Le parole del sindaco Paolo Calcinaro a margine dell’approvazione in giunta della variante urbanistica che permetterà l’apertura di nuovi esercizi al dettaglio e attività di servizi ai piani terra di via Nenni a Lido tre Archi. Un’azione che prosegue la riqualificazione dell’area che va nella direzione di riqualificare e migliorare la qualità della vita nel popoloso quartiere, che si somma ai diversi interventi diffusi ed integrati, che spaziano dalla rigenerazione degli spazi di verde pubblico attrezzato, alla risistemazione della viabilità, alla sicurezza, alle strutture per giovani, bambini e famiglie, all’accessibilità del litorale, al potenziamento delle infrastrutture esistenti.

“Una variante che potrà incentivare l’apertura sia di nuove attività commerciali che di attività di servizi, permettendo una migliore vivibilità nel quartiere – le parole dell’assessore all’urbanistica Mariantonietta Di Felice – una variante che si integra perfettamente con quanto già realizzato fino a questo momento a Lido Tre Archi per la socialità e l’aggregazione e che si pone come obiettivo proprio l’ulteriore prosecuzione di questo percorso di riqualificazione, importante per il quartiere, intrapreso anche grazie al lavoro dell’arch. Francesco Nunzi che mi ha preceduto e che ringrazio”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti