facebook twitter rss

Concessioni balneari, Acquaroli:
“Il Governo si attivi, messa in mora
Ue rischia di creare un grave pregiudizio”

SPIAGGE - "Ci attiveremo in tutte le sedi istituzionali per difendere un comparto che sta già pagando gli errori e le conseguenze della pandemia"
Print Friendly, PDF & Email

“Nella vicenda delle concessioni balneari è necessario dare certezze al settore degli operatori turistici già fiaccati da un’annata particolarmente difficile. È inaccettabile che la burocrazia di Bruxelles in un momento così difficile getti nel caos il settore balneare che svolge un ruolo importante per il turismo regionale e nazionale”.

Così, in una nota, il governatore delle Marche, Francesco Acquaroli: “Per questo ci attiveremo in tutte le sedi istituzionali per difendere un comparto che sta già pagando gli errori e le conseguenze della pandemia. La comunicazione di messa in mora inviata dalla Commissione europea al Governo italiano rischia di creare un grave pregiudizio. Il governo nazionale deve attivarsi per tutelare gli operatori balneari e evitare una situazione di incertezza in un momento difficile come questo”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti