facebook twitter rss

Le sirene della marineria
sangiorgese ‘gridano’ per i pescatori
bloccati in Libia (Video)

PORTO SAN GIORGIO - Questa mattina alle 12 le sirene della marineria sangiorgese si sono accese per un minuto in segno di protesta e solidarietà per i pescatori trattenuti in Libia
Print Friendly, PDF & Email
Le sirene accese della marineria sangiorgese

Una rappresentanza della marineria sangiorgese

La marineria sangiorgese ha aderito, questa mattina alle 12, alla manifestazione su scala nazionale che ha portato i marittimi ad accendere, per un minuto, le sirene delle loro imbarcazioni. Nessuna parola, nessuna dichiarazione. Ma un messaggio chiarissimo che spazia dalla protesta alla solidarietà. Protesta per il non poter accettare che 18 loro colleghi mazaresi siano trattenuti in Libia da più di tre mesi.

Solidarietà proprio nei confronti di quei pescatori, delle imbarcazioni Antartide e Medinea, che da mesi non possono tornare a casa, e nei confronti dei loro familiari che stanno patendo l’assenza dei loro cari da casa. La marineria sangiorgese si è mostrata molto sensibile alle sorti dei loro colleghi bloccati dalle autorità libiche. E infatti già lo scorso 17 ottobre sul molo peschereccio si era tenuta una protesta con tanto di striscioni. Oggi si torna alla carica. E questa volta gli striscioni hanno lasciato spazio al grido delle sirene.

“Liberate i pescatori”, la solidarietà della marineria sangiorgese per i colleghi di Mazara del Vallo in Libia

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti