facebook twitter rss

Un presepe per ricordare Gaia:
natività allestita a piazza Torino

P.S.GIORGIO - Un presepe è stato allestito questa mattina a piazza Torino dagli amici e dal papà di Gaia Roganti, la 26enne fotografa deceduta nel 2019 a causa di un incidente stradale mentre percorreva la provinciale Lungotenna. "Il suo ricorda non tramonterà mai".
Print Friendly, PDF & Email

Il ricordo di Gaia Roganti è ancora vivo oltre che nelle sue fotografie anche nelle tante iniziative che il papà Massimiliano e gli amici della giovane 26enne, morta il 19 marzo del 2019 in un tragico incidente stradale sulla provinciale Lungotenna, hanno  organizzato in questi mesi. L’ultima questa mattina, promossa da Roberto Vittori, e subito recepita da Massimiliano. Puntuali alle 10, nonostante il freddo, alcune persone si sono ritrovate a piazza Torino ed hanno allestito un presepe su quella panchina che è stata dedicata con tanto di targa proprio alla fotografa che dall’Emilia aveva scelto di tornare a vivere a Porto San Giorgio. Ciascuno di loro ha portato un personaggio del presepe ed insieme hanno dato vita alla Natività in un luogo decisamente insolito per un allestimento simile. E con loro il cane a cui Gaia era molto affezionata. E’ stata l’occasione per ricordare Gaia, la sua passione per la macchina fotografica, per fermarsi un attimo, pensare ad una giovane vita spezzata ed a quello che Gaia ha donato a tante persone.  Al suo sorriso che non tramonterà mai. Un altro tassello che va ad aggiungersi agli altri voluti dal papà: la mostre, il concorso fotografico, il memorial alla polisportiva Mandolesi. Momenti, per l’appunto, che sono dedicati a Gaia e destinati a restare indelebilmente impressi nei cuori di chi l’ha conosciuta.  Ed ora anche un presepe, il primo in uno spazio simile, che dovrà essere custodito con la massima attenzione per i tanti valori simbolici che possiede.

Sandro Renzi


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti