facebook twitter rss

Didattica per tutti: grazie
a Videx Electronics e Plastica 9000 arrivano
a scuola smart tv e tavolette Wacom

GROTTAZZOLINA - Dal Comune: "Si tratta di due donazioni estremamente significative per il lavoro scolastico, in questi tempi di pandemia in cui la didattica, per cause di forza maggiore, si è dovuta adattare a nuove modalità di insegnamento/apprendimento"
Print Friendly, PDF & Email

“Alla Scuola Secondaria di primo grado ‘M. Pupilli’ di Grottazzolina finalmente tutti gli alunni potranno usufruire di un’adeguata strumentazione tecnologica, oggi più che mai necessaria per portare avanti efficacemente l’attività didattica e per interessare i ragazzi in modo più coinvolgente”. E’ quanto annunciano dall’amministrazione comunale.

“Fino a novembre, infatti, due classi – spiegano dal Comune – non avevano l’opportunità di utilizzare lavagne digitali o Digiquadro, se non trasferendosi di volta in volta in una stanza predisposta ad uso Lim. A causa dell’attuale situazione sanitaria, però, ogni spostamento è impraticabile per via del rischio contagio. Ciò avrebbe impedito ad alcuni ragazzi di usufruire delle risorse informatiche, se non ci fosse stato l’interessamento di alcuni genitori e di due aziende locali, Plastica 9000 di Grottazzolina e Videx Electronics di Monte Giberto, che hanno provveduto ad aiutare la scuola con l’acquisto di due Smart TV e di altrettante tavolette grafiche Wacom. Si tratta di due donazioni estremamente significative per il lavoro scolastico, in questi tempi di pandemia in cui la didattica, per cause di forza maggiore, si è dovuta adattare a nuove modalità di insegnamento/apprendimento: lezioni a distanza, classi virtuali, tutorial e video esplicativi condivisi in rete. Anche il ritorno a scuola è stato piuttosto difficile da gestire, viste le necessarie regole anti covid che hanno inevitabilmente limitato le occasioni di socialità tra i ragazzi. E’ in questo contesto che la donazione in questione è stata particolarmente opportuna e utile in quanto consente, attraverso l’utilizzo dei diversi linguaggi multimediali, una maggiore interazione didattica. Grazie ancora a quanti hanno avuto la sensibilità di comprendere i nuovi bisogni della scuola, rispondendo ad essi in maniera sollecita ed efficace.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti