facebook twitter rss

Legge di Bilancio fondamentale per il rilancio, Cna: “Il 2021 sarà l’anno in cui dovremmo recuperare gran parte di quanto abbiamo perso”

IMPRESE - Venerdì 18 dicembre alle ore 19,15 sulla piattaforma zoom ed in diretta sul Canale 14 Marche, in collegamento da Roma e da Bruxelles, interverranno Marco Capozi (Responsabile Relazioni istituzionali e affari legislativi CNA) ed Elisa Vitella (Responsabile Ufficio CNA di Bruxelles)
Print Friendly, PDF & Email

 

“Che il 2021 sia un anno nuovo, completamente! Ma molto dipende da pandemia e dalla Legge di Bilancio” è il monito del direttore della CNA di Fermo Alessandro Migliore che prosegue: “La nostra attività associativa ci pone in costante monitoraggio dell’azione legislativa e dell’esecutivo sia nazionale che regionale. La Legge di Bilancio è l’atto di indirizzo fondamentale per l’azione di governo di uno Stato. Il 2021 sarà l’anno in cui dovremmo recuperare gran parte di quanto abbiamo perso in questo funesto periodo di crisi.”

Sarà effettivamente occasione di rilancio? “Sono tante le aspettative, come sostiene Paolo Silenzi, Presidente della CNA Fermo. D’accordo sulla necessità di rilancio, occorre però verificare come saranno destinate le risorse pubbliche. Gli auspici del mondo produttivo sono chiari e ben delineati: evitare finanziamenti a pioggia che aiutano tutti ma non servono a nessuno; mettere mano a riforme, come la semplificazione burocratica, che attendono da troppi anni nei cassetti; riconfermare e ampliare il finanziamento del taglio al cuneo fiscale; prorogare il superbonus 110% fino al 2023; inserire incentivi consistenti per chi assume; incentivare le imprese che investono in innovazione e nell’abbattimento di emissioni dannose per l’ambiente; intervenire sui cali di fatturato e non sui codici ATECO che hanno escluso tante realtà anche per il minimo sostegno dei ristori”.

Tra Legge di Bilancio e Recovery Fund siamo ogni giorno bombardati di informazioni su dinamiche che non sono ancora formalizzate in provvedimenti per l’utilizzo delle risorse che, a livello europeo complessivamente, prevedono sovvenzioni a fondo perduto per 390 miliardi e prestiti da restituire per 360 miliardi. I Paesi beneficiari per poter riceverne la loro quota parte dovranno presentare progetti credibili, coerenti e funzionali. Sottolinea Migliore: “Occorre capirne di più, farsene un’idea corretta, avere idee e risorse da spendere, uscire dalle incertezze: insomma, giocare a carte scoperte nell’interesse di tutti”

Marco Capozzi

Per uscire dai “sentito dire” e per sapere come si sta costruendo la Legge di Bilancio 2021 e cosa prevederà per le imprese, per conoscere cosa realmente è previsto nel Recovery Fund e a che punto è, le CNA di Macerata, Fermo e Ascoli Piceno organizzano uno specifico incontro online. “La Legge di Bilancio ed il Recovery Fund“. Venerdì 18 dicembre alle ore 19,15 sulla piattaforma zoom ed in diretta sul Canale 14 Marche, in collegamento da Roma e da Bruxelles, interverranno Marco Capozi (Responsabile Relazioni istituzionali e affari legislativi CNA) ed Elisa Vitella (Responsabile Ufficio CNA di Bruxelles). Link di collegamento disponibile sul sito CNA Fermo: www.cnafermo.it


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X