facebook twitter rss

Nasce la Piattaforma
informatizzata per i tumori
dell’apparato gastrointestinale

CONVEGNO - Oltre 70 responsabili scientifici all'incontro on line con la professoressa Berardi, ordinario di Oncologia dell’Univpm e direttore della clinica oncologica degli Ospedali Riuniti di Ancona, ed il dottor Bisonni, direttore Uoc di Oncologia medica dell’ospedale Murri di Fermo
Print Friendly, PDF & Email

I partecipanti in diretta video sul web

Il 2020 per l’oncologia marchigiana si chiude con il convegno sui tumori del tratto gastrointestinale che, con un notevole successo di adesioni, ha messo in luce l’importanza di un percorso clinico e umano tra chirurgia, radioterapia e nuove terapie molecular-based.

Responsabili scientifici del convegno la professoressa Rossana Berardi, Ordinario di Oncologia dell’Univpm e direttore della Clinica Oncologica degli Ospedali Riuniti di Ancona, e il dottore Renato Bisonni, direttore Uoc di Oncologia medica dell’ospedale Murri di Fermo.

Oltre 70 i partecipanti da ogni angolo delle Marche. L’incontro è stato efficace non solo per il tema oggetto di discussione dell’evento, ma soprattutto per lo spirito di fattiva collaborazione e coesione che è emerso tra tutti gli specialisti, oncologi, chirurghi, patologi, radioterapisti, gastroenterologi connessi.

Rosanna Berardi e Renato Bisonni

“Abbiamo posato un ulteriore importante tassello nel percorso intrapreso per creare una rete su scala regionale per la presa in cura del paziente, con coordinamento e sinergia tra le varie componenti della cura e dell’assistenza – il commento della Berardi –, stiamo al riguardo lavorando alacremente e celermente per la predisposizione in Ancona di una piattaforma informatizzata dedicata a medici e specialisti utile alla gestione, importantissima, della presa in carico multidisciplinare del paziente oncologico. Contiamo che la Piattaforma, che rientra in un progetto più ampio nell’ambito del Centro Oncologico e di Ricerca delle Marche, sia operativa già dall’inizio del 2021″.

“La Piattaforma sarà a disposizione di tutti gli specialisti che gestiscono l’iter diagnostico e terapeutico dei pazienti oncologici e dei medici di medicina generale. Ciò per agevolare e incentivare la rete collaborativa per la presa in carico, basandosi su criteri di uniformità di trattamento e di sicurezza, in primis del paziente, a cui si vogliono garantire le migliori cure possibili. Ciò – spiega la Berardi – sta a significare anche il paziente possa usufruire delle migliori cure quanto più vicine alla sua residenza o, dove questo non sia possibile, comunque nel territorio regionale. Un indirizzo che sta a significare una fattiva attenzione nel paziente ma anche nella cerchia di familiari che vivono, al suo fianco, la malattia. Compito della rete clinica, infatti, non è solamente quello di garantire le migliori cure ma anche il miglior percorso umano e psicologico per affrontarle”.

La dottoressa Berardi collegata dall’ospedale

“Due sono gli elementi che hanno caratterizzato quest’ultima a riunione: da una parte – il commento del dottor Renato Bisonni – la capacità di utilizzare le nuove tecnologie che la pandemia ci ha costretto ad imparare, l’altra la raggiunta consapevolezza che una regione come le Marche che ha al proprio interno grandi professionalità deve fare rete per rassicurare il paziente e non farlo muovere dal proprio domicilio nella disperata ricerca di una risposta al suo bisogno di salute. Consapevolezza, tecnologia e professionalità saranno le nuove parole d’ordine che animeranno il prossimo anno in capo oncologico”.

Hanno partecipato attivamente il Congressare by Promise Group, la professoressa Marmorale ed i dottori Benedetti, Alessandroni, Bisonni, Rastelli, Del Prete, Safi, Ferretti, Mandolesi, Fasano, Scarcelli, Giannini, Bunkheila, Silva, Giampieri, Taus, Patriti, Tatali, Marcellini, Cicetti, Berardi, Ortenzi, Ferrara, Santinelli, Cantini, Bittoni, Siquini, Svegliati Baroni, Campagnacci, Filosa, Mantello, Guerriero, Verzelli, Graziano, Vivarelli,  Mocchegiani, Catalano, Scarpelli, Ombrosi e Boccoli.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X