facebook twitter rss

Azione, nasce il coordinamento
sangiorgese, lo guida
Gualberto Gasparroni: “Una voce nuova”

PORTO SAN GIORGIO - Il Partito di Calenda, in città, punta a "sfruttare a pieno le potenzialità turistiche marittime, portuali e balneari. Magari con un ufficio dedicato al demanio marittimo, che si associ nella migliore delle ipotesi all’ufficio relativo al turismo". Tra le priorità anche verde e viabilità
Print Friendly, PDF & Email

Da sin. Craia e Gasparroni

“Nelle ultime settimane, Azione, il partito di Carlo Calenda, si sta radicando e strutturando nelle Marche in modo sempre più efficace.  Anche a Porto San Giorgio, durante un incontro con Tommaso Fagioli, referente e coordinatore regionale di Azione, e Germano Craia, coordinatore provinciale, si è ufficialmente costituito questa settimana il Comitato Locale di Azione. Il responsabile politico sarà il Gualberto Gasparroni, classe ’72, massofisioterapista, osteopata e chiropratico, il quale avrà il compito di coordinare e strutturare il lavoro a livello locale”. E’ quanto fanno sapere in una nota da Azione. 

“Il vicecoordinatore sarà Luca Marinucci, dottore in Archeologia e scienze dei Beni Culturali, e ricoprirà anche il ruolo di responsabile della comunicazione e segreteria a livello locale. Azione nasce nella cittadina di Porto San Giorgio per portare una nuova voce. Una voce fatta di proposte concrete, analizzate e portate alla luce attraverso i vari componenti del comitato, sia locale che provinciale, secondo le loro varie competenze in essere.
Un gruppo fatto di laureati, lavoratori e professionisti di vari settori, che vogliono dare un contributo alla città e ai cittadini di Porto San Giorgio, anche attraverso delle critiche sempre e comunque costruttive. Rifiutando categoricamente così la politica fatta di beceri slogan polemici e propagandistici, marchio ormai di alcune fazioni politiche.
Proprio in tal senso il comitato sangiorgese di Azione ha individuato alcuni punti focali, in cui l’attuale e le prossime amministrazioni comunali possono e potranno intervenire.
Partendo in primis da quello che è un progetto strutturato per sfruttare a pieno le potenzialità turistiche marittime, portuali e balneari. Magari con un ufficio dedicato al demanio marittimo, che si associ nella migliore delle ipotesi all’ufficio relativo al turismo.
In secondo luogo quello che è un serio piano di riqualificazione del verde, sia pubblico che privato, anche con l’aiuto di studi programmati funzionali, sviluppati magari con quelle che sono le eccellenze di ricerca interne alle Università marchigiane, tramite spin-off e Partnership d’eccellenza.
Un progetto estendibile anche alla riqualificazione della viabilità pubblica, che sia strategica e funzionale ai poli sociali e commerciali, come i mercati cittadini (da quello coperto a quelli del giovedì e della domenica). Funzionalità, concretezza e prospettiva grazie a progetti studiati al servizio dei cittadini e dei commercianti sangiorgesi.
Tutto è ancora in piena evoluzione ma vorremo dire la nostra tramite una forte rete di collaborazioni costruttive. Anche al fine di – concludono da Azione – riportare nel prossimo futuro eventi attrattivi, in ambito sportivo, eno-gastronomico e anche nel mondo culturale e dello spettacolo, sia con il teatro che con eventi musicali di rilievo.
Ad oggi il comitato locale di Azione è parte della più ampia rete organizzativa provinciale del Fermano, ‘Fermo in Azione’ nato alla fine di ottobre. Prossima sarà anche l’attivazione del gruppo locale di Monte Urano e Montegranaro in Azione.
Da qualche giorno è attiva la campagna di tesseramento per il 2021. Per qualsiasi in formazione si potrà contattare il coordinamento sangiorgese di Azione tramite l’email psginazione@gmail.com o attraverso la pagina Facebook di Porto San Giorgio in Azione”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti