facebook twitter rss

Contro Galatina il primo amaro
stop stagionale per la Videx

SERIE A3 - In casa della forte e quotata Efficienza Energia si palesa il primo disco rosso di campionato. A Taviano giunge dunque la fine della lunga serie di vittorie consecutive per la compagine di coach Ortenzi
Print Friendly, PDF & Email

TAVIANO (LE) – Troppo Galatina per questa Videx.

Arriva in trasferta, contro l’avversario più quotato, il primo stop stagionale per la banda di coach Max Ortenzi. Ospiti in campo con la diagonale Marchiani-Calarco, Romagnoli-Cubito al centro, Vecchi e Starace in attacco e Romiti libero. Coach Stomeo risponde con Parisi-Giannotti, Musardo ed Elia centrali, Lotito e Maiorana laterali, con Torchia a gestire le operazioni di seconda linea.

IL TABELLINO

EFFICIENZA ENERGIA GALATINA 3: Apollonio (L2) ne, Parisi 2, Musardo 3, Giannotti 21, Lotito 12, Gallo ne, Maiorana 8, Elia 7, Torchia (L1), Conoci A. ne, Antonaci ne, Conoci F. ne, Lentini, Buracci. All. Stomeo

VIDEX GROTTAZZOLINA 0: Perini ne, Romagnoli 2, Cubito 4, Vecchi 5, Calarco 26, Pison ne, Reyes, Di Bonaventura, Viciedo ne, Starace 6, Gaspari, Marchiani, Romiti (L). All. Ortenzi

ARBITRI: De Sensi e Gaetano

PARZIALI: 25-22 (27’); 25-22 (29’); 25-19 (25’)

LA CRONACA

Dopo un inizio di gara in apparente equilibrio, Galatina accelera approfittando di un buon break di Giannotti che vale il +2 (5-3). Calarco va a segno ma Parisi, di seconda intenzione, ricaccia indietro i grottesi prima della sferzata del grande ex di turno che vale il + 4 (9-5). Videx un po’ in impasse e coach Ortenzi è costretto a fermare il gioco sul +5 in favore dei padroni di casa (11-6). Al rientro in campo Starace colpisce da posto quattro e Calarco trova il mani-out che riporta i grottesi a -3 ma Galatina risponde per le rime, con Giannotti prima e l’ace di Lotito poi. Di nuovo +5 e tutto da rifare. La Videx si aggrappa a Calarco e Cubito risponde a Maiorana (16-10). Calarco va ancora a segno prima della sferzata vincente di Starace che costringe coach Stomeo al time-out dopo un break di tre punti di marca Videx (18-15). L’avversario di giornata dimostra solidità in tutti i reparti ma la banda di coach Ortenzi continua a spingere col servizio di Vecchi che favorisce ancora Calarco prima del muro vincente di Lotito (19-16). Grottazzolina non ci sta e buca il muro avversario con Romagnoli per poi affondare con Starace e tornare a -1 (19-18). Galatina ora è sotto pressione e Calarco trova il pari (21-21) ma nel finale di set sale in cattedra un Giannotti decisamente in giornata e pesca l’uno-due che costringe coach Ortenzi al secondo personale time-out (23-21). Reyes fallisce dai nove metri e concede ai padroni di casa la prima di ben tre setball (24-22). Parisi, a muro su Calarco, consegna il primo atto del match alla compagine pugliese (25-22).

Nel secondo parziale Galatina è ancora avanti nel segno di Giannotti (3-2). Non si fa attendere la risposta degli ospiti. Marchiani costruisce a meraviglia per Cubito che porta in vantaggio i suoi (4-5). Vecchi mantiene il +1 ma Lotito, in diagonale, trova l’aggancio prima del muro vincente di Giannotti (8-7). L’ace di Calarco vale il nuovo vantaggio Videx (9-11) ma coach Ortenzi sospende il gioco a stretto giro di posta dopo un paio di imprecisioni dei suoi in attacco che riportano avanti Galatina (12-11). Cubito affonda in primo tempo ma Lotito va a segno con due pipe consecutive prima della sferzata di Giannotti (15-14). Starace colpisce ancora ma il grande ex di giornata gioca col muro grottese (17 pari). La Videx approfitta di due palloni out di pochissimo per trovare il +2 ma i padroni di casa non concedono tregua e con Giannotti e Maiorana infilano tre segnature consecutive, prima dell’invasione di Calarco, ribaltando il punteggio (21-19). Sul 22-20 il videocheck sorride ai pugliesi dopo una palla out di Vecchi ed Elia si impone a muro (24-20). Calarco prova a tenere in piedi la Videx ma Maiorana non perdona e fa 25-22.

Coach Ortenzi getta nella mischia Gaspari al posto di Romagnoli per un inizio di terzo set aperto da Calarco e Giannotti (3-2). E’ ancora Calarco che beffa il muro avversario in pallonetto per poi rispondere ad un’altra freccia scoccata dall’arco di Giannotti (7 pari). Il muro dei padroni di casa è un ostacolo arduo da superare e coach Ortenzi è costretto al time-out dopo l’attacco a vuoto di Vecchi (10-7). Al rientro in campo la Videx si rianima e colpisce con un ace del capitano ma è ancora Galatina ad approfittare di qualche errore di troppo in fase di cambio-palla per ritrovare il +3 (12-9). L’ennesimo time-out ospite arriva dopo la botta di Elia e l’ace di Giannotti che costruiscono lo scatto in avanti decisivo (16-11). Calarco, ancora in pallonetto, prova ad accorciare col supporto di Cubito prima del muro perentorio di Elia che costringe Gaspari ad abbandonare il campo in via precauzionale sul 19-14. Calarco, top scorer con 26 punti, prova a tenere i suoi aggrappati al set ma Maiorana gioca con il muro grottese ed anticipa l’ace di Giannotti (24-18). Scorrono i titoli di coda sul match quando Starace spara out la palla del 25-19 finale.

LE DICHIARAZIONI

Galatina ha fatto una gran partita in tutti i fondamentali. Ha sempre tenuto in mano il pallino del gioco mentre noi non siamo mai riusciti a prendere ritmo in nessun fondamentale”.

Il commento di coach Massimiliano Ortenzi (foto) a margine della prima sconfitta stagionale, arrivata in trasferta, contro l’avversario più quotato del momento,

“Abbiamo fatto tanti errori – ha proseguito il tecnico – senza nulla togliere ai nostri avversari che hanno sbagliato pochissimo e dimostrato grande aggressività al servizio, mettendoci indubbiamente in grande difficoltà. Noi, dal canto nostro, siamo stati troppo nervosi ed abbiamo faticato a gestire la pressione. Anche quando eravamo avanti nel punteggio non si avvertiva quella consueta sensazione di tranquillità sulla quale costruiamo il nostro gioco e questo ci ha penalizzati soprattutto al servizio”.

Un risultato rotondo che però va contestualizzato in un ambito di più ampio respiro: “Era una gara importante ma certamente non decisiva. Doveva servire a testare il nostro livello contro una formazione che si è presentata come una sorpresa e che oggi si sta imponendo come una delle squadre che giocano il volley migliore – ha concluso Ortenzi -. Facciamo un applauso a loro ma adesso dobbiamo rimetterci subito in corsa.”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X