facebook twitter rss

Distretto pelli-calzature
“Finanziati 48 progetti
con oltre 7 milioni”

AREA DI CRISI - Il punto sul bando dell'assessore Guido Castelli: «Le nuove assunzioni previste sono 129 di cui 86 a tempo indeterminato»
Print Friendly, PDF & Email

guido-castelli-2-325x217

L’assessore regionale Guido Castelli

 

E’ stata approvata oggi la graduatoria dei progetti per il bando regionale di sostegno agli investimenti e alla diversificazione produttiva nell’area di crisi industriale complessa del distretto pelli-calzature.

«Grazie a due successivi interventi sul bilancio regionale – commenta con soddisfazione l’assessore alle Aree di Crisi Guido Castelli – la dotazione originaria dell’avviso, pari a circa 4,9 milioni di euro, è stata incrementata ad oltre 7 milioni di euro e in pochi mesi dall’uscita del Bando, avvenuta ad agosto, queste risorse ci hanno consentito di finanziare 48 domande di agevolazione». Per quanto riguarda i progetti: il 33% circa prevede investimenti fino a 200mila euro, il 40% investimenti fino a 500mila euro, mentre gli interventi di entità elevata fino al limite massimo di ammissibilità (800mila euro) rappresenta il 27% di quelli approvati e finanziati. «La tipologia di investimenti previsti, pari a quasi 18 milioni di euro – prosegue l’assessore Castelli – è quella tipica delle imprese del distretto. Prevalenti gli attivi materiali e immateriali, a seguire programmi informatici e consulenza, incluse quelle di marketing.

Consistente il contributo innovativo degli interventi, con il ricorso ad investimenti annoverabili tra i beni della cd. “Manifattura 4.0”, ovvero una stretta connessione tra macchine e software, segno di un contesto produttivo che, sebbene caratterizzato da una produzione tradizionale, ha saputo e vuole ancora di più migliorare e traguardare il futuro cogliendo la sfida dell’innovazione e del digitale». Significativo anche l’incremento occupazionale correlato ai progetti: le nuove assunzioni previste sono 129 di cui 86 a tempo indeterminato (67%), 26 apprendisti (20%), 17 Tempo determinato (13%). «In questo contesto – conclude l’assessore Castelli – sarà importante per le imprese del distretto cogliere le opportunità di incentivi per l’occupazione, che verranno dagli Avvisi del dondo sociale europeo per le assunzioni e per le stabilizzazioni dei contratti precari, previsti già per i primi mesi del 2021».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti