facebook twitter rss

Presepe della Cavalcata,
le immagini della speranza:
benedizione dell’arcivescovo Pennacchio

FERMO - Domani, dopo il 'pontificale', monsignor Pennacchio scenderà nella cripta per inaugurare un presepe molto particolare. Le foto realizzate da Simone Corazza
Print Friendly, PDF & Email

Domani, giorno di Natale, l’arcivescovo di Fermo mons. Rocco Pennacchio celebrerà il “pontificale” in Duomo alle ore 11,30.
Al termine della santa messa, scenderà nella cripta per inaugurare un presepe molto particolare. Allestito nella prima ‘sala’, dove si trova il grande dipinto che ritrae san Giuseppe (“Sposalizio della Vergine”, di Ubaldo Ricci), è stato realizzato con dieci sagome ad altezza umana. Le immagini sono state ricavate dalle foto che lo scorso anno Simone Corazza scattò all’interno delle Cisterne romane in occasione del presepe vivente.

“L’iniziativa è stata presa, su proposta del vicepresidente Andrea Monteriù – spiegano dalla Cavalcata dell’Assunta – in collaborazione con il regista Adolfo Leoni, il rettore della Cattedrale don Michele Rogante e la piena condivisione dell’arcivescovo Pennacchio, dalla Cavalcata dell’Assunta che ha voluto così partecipare dando il proprio contributo ad una festa che, a causa del Covid-19, verrà vissuta con molte limitazioni esteriori. Ma che, come ha ricordato papa Francesco, potrà favorire una maggiore ripresa di significato della sua essenza religiosa.
Il presepe della cripta, le cui sagome sono state realizzate dalle Grafiche Fioroni, ha ricostruito una scena della vita di Betlemme ai tempi della nascita di Gesù ed è come se accogliesse nel suo seno il visitatore sino a condurlo nella grotta della Natività. Un altro contributo della Cavalcata dell’Assunta ha riguardato le immagini del presepe vivente edizione 2019 che vengono proiettate, quasi fosse un film, sui muri delle case di Piazzale Azzolino. Due modi per essere vicini alla comunità fermana in un momento particolare della propria storia. E un modo per augurare a tutti il più felice Natale possibile e un prospero Anno nuovo”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti