facebook twitter rss

FdI lancia la sfida al Pd
e punta alle elezioni comunali
Agostini:” Morese sarà assessore”

P.S.GIORGIO - Ad un anno e mezzo dalle elezioni comunali si comincia già a respirare aria di campagna elettorale. Fratelli d'Italia si riorganizza e nomina il nuovo direttivo, forte dell'onda lunga delle regionali, e punta dritto alla guida della città.
Print Friendly, PDF & Email

di Sandro Renzi

Nuovo direttivo per Fratelli d’Italia. E’ stato presentato stamane in conferenza stampa sul web dai vertici locali del partito, guidati da Andrea Balestrieri e Emanuele Morese. Presenti anche i consiglieri comunali Andrea Agostini e Maria Lina Vitturini oltre al neo consigliere regionale Andrea Putzu. Occasione per fare un primo bilancio dell’attività svolta dal partito nell’ultimo anno ma anche per lanciare una sfida in vista delle prossime elezioni amministrative. Dodici le persone che compongono il direttivo. E’ il primo passo per entrare nel merito di una campagna elettorale che si preannuncia molto lunga. “Dodici persone che hanno responsabilità tematiche -dice Morese- cha affiancano la segreteria. Tutti insieme prenderanno collegialmente le decisioni politiche”.  L’obiettivo è non farsi trovare impreparati per far valere e pesare la percentuale che FdI ha ottenuto nel territorio, ovvero il 25% di preferenze. “Questo ci ha dato una grossa responsabilità e ora vogliamo cristallizzare quella base che ci ha dato fiducia. Lo facciamo allora costituendo il direttivo e apriamo la campagna elettorale per le prossime amministrative”. Sono già oltre cento le tessere sfornate in pochi giorni. A comporre il direttivo sono Carlo Ricolo (responsabile amministrativo), Massimo Riccardo Tarantini (responsabile pesca, demanio e attività balneari), Ludovico Genna (comunicazione), Andrea Talamonti (responsabile alla famiglia), Alessandro Lamona (sport), Andrea Astelli (politiche giovanili), Tunia Gentili (pari opportunità), Stefania Cardinali (servizi sociali), Giacomo De Angelis (organizzazione e cultura), Beatrice Santarelli (turismo), Gabriele Evandri (viabilità ed ambiente), Giulia Vagnozzi (sicurezza e lagalità).

“Le porte di FdI sono apertissime a chi soprattutto non ha uno storico. Vogliamo giovani con idee fresche e aprire così una stagione nuova. Se perdiamo ed abbiamo perso in passato la colpa è anche nostra, per questo motivo vogliamo cambiare il modo di fare politica e non farci trovare impreparati. Per cominciare comunicheremo con il web ma quando ci sarà consentito torneremo anche tra la gente”. Un modo neanche troppo velato per dire a chi mastica politica da tanti anni nella cittadina rivierasca che è arrivato il momento di fare un passo indietro e lasciare spazio alle nuove leve. Chissà allora se Carlo Del Vecchio, che ha alle spalle un bagaglio di esperienze maturate sia in Consiglio che in Amministrazione, potrà ancora trovare, qualora fosse intenzionato a farlo, casa in FdI. Tanto più che ha appoggiato la candidatura in regione di un esponente di Fratelli d’Italia, Saturnino Di Ruscio

E’ stata poi la volta del coordinatore provinciale Balestrieri. “Il 2021 sarà un anno di preparazione in vista delle elezioni. Sono sicuro del contributo che ciascun componente del direttivo saprà portare ma non dimentichiamoci che il successo raggiunto è la conseguenza del fatto che la gente si fida di noi e delle tematiche che stiamo portando avanti”. Tanto che nuovi circoli FdI si apriranno a gennaio in altri Comuni della provincia di Fermo. Andrea Putzu, reduce dal Consiglio regionale di ieri sera, ha invece posto l’accento sul fatto che “oggi si lancia la sfida a Porto San Giorgio. Fratelli d’Italia con tanti giovani è un partito forte che in città esiste. Qui il partito ha grandi potenzialità, il Pd e l’Amministrazione comunale sono alle battute finali come è accaduto a Montegranaro, essere uniti come centrodestra darà quindi la certezza di vincere. Certo preparare così presto le elezioni comunali è insolito ma significa che c’è voglia di cambiare con una classe dirigente che sarà capace di dare risposte alla cittadinanza“. Il capogruppo in Consiglio comunale, Andrea Agostini, eletto segretario  amministrativo regionale del partito, ha focalizzato l’attenzione sull’attività amministrativo-politica. “Il direttivo è la dimostrazione che c’è un cambio generazionale in città ed Emanuele è l’erede politico del sottoscritto avendo segnato il passo in questi anni. Questo mi fa guardare con ottimismo al futuro ed il Comune di Porto San Giorgio sarà sicuramente del centrodestra, il Pd finirà terzo dopo FdI e Lega. Se a questo riusciremo a portare un cambio anche in provincia il rinnovamento sarà completato. Io sarò di ausilio, ho fatto un passo laterale per sbloccare la situazione durante le elezioni regionali di settembre ed è stata una scelta giusta tanto che FdI è il primo partito nel fermano”.

Intanto ci si prepara alla campagna elettorale. I tavoli con i civici e la Lega  sono  già aperti. “Il Pd si sta preparando a colpi di opere pubbliche alla scadenza elettorale. Ma non è così che si prendono voti. Non si tratta solo di vincere ma poi anche di governare.” chiarisce ancora Morese che sul capitolo candidature ha le idee chiare. Alla domanda chi sarà il candidato sindaco della coalizione prende in prestito il mantra dei 5 Stelle. “Fratelli d’Italia vale uno. Speriamo solo di avere una coalizione più grande possibile”.

Giudizio lapidario quello di Agostini sull’attività amministrativa targata Loira.”Il mio giudizio resta negativo sull’azione amministrativa già dal primo mandato. Nei primi anni c’è stato qualcosa grazie a quello che era stato fatto dal sottoscritto, ad esempio lo sblocco di tante opere pubbliche. C’erano figure come la Ciabattoni, Bisonni, Talamonti che avevano contribuito a dare un quid all’Amministrazione. La seconda invece è stata peggiore della prima e si è ritrovata con persone ed assessori che quel quid non lo hanno dato. Una città in profonda crisi economica e di identità. Quello che è cambiato è stato il mio modo di fare opposizione. Ora tuttavia i nodi vengono al pettine e si sono create le divisioni interne alla maggioranza. La città pretende un cambio di passo. Emanuele Morese sarà assessore e protagonista, non dico candidato sindaco”. 

A chiudere la consigliera Maria Lina Vitturini. “Spero che questo rinnovamento serva per ripartire e arrivare alle elezioni per riprendere la città“.

 

 

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti