facebook twitter rss

Il direttore Usr Marche
Cesare Spuri in congedo,
al suo posto arriva Stefano Babini

MARCHE - Il governatore Acquaroli: "Ringraziamo l’ingegner Spuri per la dedizione con cui ha portato avanti il suo incarico. Buon lavoro all’ingegner Babini”
Print Friendly, PDF & Email

Cesare Spuri

Da domani il direttore dell’Ufficio Speciale per la Ricostruzione della Regione Marche, l’ingegner Cesare Spuri, raggiungerà il meritato congedo. Alla guida dell’Usr la giunta regionale ha nominato questa mattina l’ingegner Stefano Babini. “Intendo esprimere – così il presidente della Regione e vicecommissario alla ricostruzione, Francesco Acquaroli – a nome dell’ente e della comunità marchigiana un ringraziamento all’ingegner Cesare Spuri per la dedizione, l’impegno e l’attaccamento con cui ha contribuito a gestire in questi anni la complicata fase del post-sisma del 2016, collaborando con le amministrazioni centrali e locali e le comunità colpite. L’ingegner Spuri già dal 1997 aveva assunto il coordinamento delle attività del Com, il Centro Operativo Misto, di Muccia, che avevano portato all’esemplare ricostruzione del post-sisma Marche-Umbria del 1997. Contestualmente rivolgo all’ingegnere Stefano Babini un augurio di buon lavoro per quello che sarà certamente un compito delicato e importante per la ricostruzione delle aree terremotate marchigiane”.

“Ho lavorato fianco a fianco con l’ingegnere Spuri prima come sindaco e, seppure in questi pochi mesi, come delegato regionale alla ricostruzione – ha affermato l’assessore Guido Castelli – apprezzando sempre il suo lavoro, la sua determinazione, la tenacia e l’abnegazione dimostrate in momenti così complicati. A lui va tutta la nostra gratitudine e all’ingegner Babini l’auspicio di un buon lavoro che sarà portato avanti con la massima collaborazione e condivisione. Nella cabina di regia di oggi abbiamo comunicato al commissario Legnini la designazione del nuovo direttore. Il primo compito di Babini sarà quello della riorganizzazione dell’USR anche in relazione alle nuove assunzioni che verranno effettuate. Numeri importanti di cui si è parlato in cabina di regia e che potranno consentire quell’accelerazione di cui vogliamo renderci protagonisti”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X