facebook twitter rss

Sutor di nuovo al lavoro,
all’Epifania l’appuntamento
con Civitanova

SERIE B - Girata la pagina delle festività natalizie, la compagine gialloblù è tornata sul parquet di allenamento per preparare il match del 6 gennaio contro i rivieraschi. Il punto sulla delicata situazione, al netto di vittorie, con il classe 2000 Gallizzi
Print Friendly, PDF & Email

MONTEGRANARO – Dopo la parentesi delle festività natalizie, la Sutor Basket è tornata a lavorare per preparare al meglio la sfida interna del 6 gennaio contro la Rossella Civitanova con palla a due alle 18.00.

La squadra ha ripreso con intensità gli allenamenti ad eccezione di Francesco Ciarpella, fermo ai box, per la nota frattura dell’alluce. In seno al gruppo c’è tanta voglia di dimostrare il proprio valore, manca ancora una vittoria che sarebbe tremendamente importante per il morale della truppa. Con il play classe 2000 Ezio Gallizzi (foto) il punto della situazione.

Gallizzi, come giudica questo avvio di stagione amaro di soddisfazioni?

“Credo che faccia parte di un percorso di crescita del gruppo. Siamo una squadra molto giovane e avevamo messo in conto un inizio di campionato difficile. Sono sicuro però, che con il giusto allenamento e con il fatto che pian piano stanno recuperando tutti gli infortunati, il gruppo sarà ancora più coeso pronto ad ottenere quei risultati che vogliamo”.

Ha avuto la sensazione in questo avvio di stagione di aver sciupato qualche occasione per vincere?

“Sì, qualche gara potevamo portarla a casa commettendo qualche errore in meno. In questo momento però, è meglio non pensare al passato e guardare avanti con la voglia e la speranza di ottenere qualche risultato positivo, in breve tempo”.

Guardiamo avanti, che sfida sarò quella con Civitanova?

“Affronteremo una buona squadra formata da giocatori esperti. In questo momento bisogna pensare di più a noi stessi, a migliorarci come gruppo e sfruttare al meglio i giorni che ci separano da questa partita per prepararla bene e portare a casa il risultato”.

Come si trova a Montegranaro?

“Benissimo con il clima che è molto simile a quello di Sassari. Dal punto di vista della squadra, posso dire che il nostro è un gruppo super come lo è anche lo staff tecnico e tutta la società. Non mi posso lamentare di nulla, sarebbe perfetto se arrivassero delle vittorie per stare ancora meglio tutti insieme”.

Quanto vi mancano i tifosi?

“Tantissimo e spero che possano tornare ad incitarci nel minor tempo possibile perché essendo il sesto uomo in campo, in alcune situazioni, ci avrebbe aiutato tanto”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti