facebook twitter rss

Sutor corsara a Roseto,
pronostico ribaltato con
la prima vittoria di stagione

SERIE B - Il quintetto calzaturiero effettua il blitz in casa della corazzata teramana, prelevando i primi due punti di stagione grazie al 74-77 della sirena. Il PalaMaggetti si è tinto di gialloblù
Print Friendly, PDF & Email

L’esultanza sutorina nel dopo gara

ROSETO (TE) – Prima vittoria stagionale per la Sutor Basket Montegranaro che con una grandissima prova di squadra è riuscita a battere la Liofilchem Roseto per 77-74.

La squadra di coach Marco Ciarpella ha interpretato nel miglior modo possibile la contesa e, seppur priva degli infortunati Stanzani e Francesco Ciarpella, è riuscita a piegare un grande avversario violando il PalaMaggetti. Dopo la beffa in volata con Civitanova, questa ottenuta a Roseto è stata una grande vittoria da parte di un gruppo di ragazzi straordinari, che ha saputo gettare il cuore oltre l’ostacolo dimostrando di essere una squadra viva e pronta a lottare in ogni sfida.

IL TABELLINO

LIOFILCHEM ROSETO 74: Pedicone ne, Valentini ne, Di Emidio 18, Cocciaretto ne, Sebastianelli, Palmucci ne, Ruggero 5, Pastore 5, Amoroso 21, Nikolic 2, Serafini 10, Lucarelli 13. All: Trullo

SUTOR BASKET MONTEGRANARO 77: Edraoui, Minoli 4, Riva 6, Torresi ne, Angellotti, Gallizzi 10, Tibs 7, Cipriani 22, Romanò 17, Bonfiglio 11. All: Ciarpella

ARBITRI: Mammoli di Verona e Frigo di Montagnana (Padova)

PARZIALI: 12-16, 31-35, 52-58

NOTE: Tiri liberi: Roseto 10/12, Sutor 6/12; tiri da tre punti. Roseto 10/35, Sutor 9/25; rimbalzi: Roseto 34, Sutor 31

Cipriani in una fase di gioco

LA CRONACA

La Sutor parte bene con una tripla di Bonfiglio poi, sceglie in difesa di schierarsi a zona 2/3 match up, un accorgimento che sarà fondamentale nell’economia della gara. La squadra gialloblù nel primo periodo allunga fino al più otto, 8-16 con una tripla di Romanò al 9’. Di Emidio e Amoroso riescono a contenere il disavanzo e il primo periodo si chiude sul 12-16.

Alla ripresa del gioco, arriva il terzo fallo di Riva che si accomoda in panchina. Roseto si avvicina e addirittura mette la testa avanti sul 22-21 con Serafini al 14’. La contesa a questo punto si installa su binari di equilibrio, prima del riposo lungo due triple di Cipriani e Gallizzi e un canestro di Tibs fissano il punteggio all’intervallo sul 31-35.

Al ritorno in campo la Sutor è sempre presente e una tripla di Cipriani regala ai gialloblù il massimo vantaggio, 36-48 al 24’. Roseto tenta di scuotersi, la Sutor difende bene, gli abruzzesi grazie e Di Emidio, Amoroso e Ruggero limano parte dello svantaggio e al 30’ la Sutor è avanti di 6 lunghezze, 52-58.

L’ultimo periodo è un condensato di emozioni con Romanò che timbra i primi cinque punti del quarto per il 52-63. Roseto non trova pertugi nell’attenta difesa della Sutor che addirittura con Minoli allunga al nuovo massimo vantaggio, 56-70 al 34’. Roseto si scuote, la Sutor però non molla nulla e a 2’25” dal termine è sempre avanti sul 65-73. Arriva un fallo antisportivo, Lucarelli segna sette punti consecutivi e Roseto si rimette in scia, 70-73 a 1’43” dalla sirena. Amoroso da sotto porta gli abruzzesi al meno 1, 72-73 a 1’05” dal termine con un parziale aperto dei padroni di casa di 11-0. Ci pensa Gallizzi con una bella entrata e riportare a più 3 la Sutor, 72-75, Amoroso dalla lunetta rimette in scia Roseto, 74-75 a 33” dal termine. Ci pensa ancora Gallizzi a realizzare un canestro di ottima fattura a 13” dal termine, quello del più 3, 74-77. Nell’ultimo attacco Roseto non trova la via del canestro con Montegranaro che prima chiude bene le linee difensive e poi recupera anche il pallone. I gialloblù vincono per 77-74, un successo festeggiato prima in campo e poi negli spogliatoi da un gruppo di ragazzi davvero straordinari che sono riusciti a regalarsi la prima gioia stagionale.

LE DICHIARAZIONI

“Dovevamo in due giorni riattaccare i cocci dopo la sconfitta con Civitanova, match che aveva lasciato degli strascichi visto che avevamo perso uno scontro diretto verso la salvezza – ha dichiarato al termine della partita coach Marco Ciarpella – . Volevamo sorprendere Roseto e in due giorni abbiamo preparato l’accorgimento difensivo a zona per togliere agli abruzzesi la loro circolazione di palla e abbassare i ritmi di gioco. Ci siamo riusciti molto bene però, noi nel secondo tempo ci siamo adeguati sui loro tiratori. Abbiamo deciso di finire la partita con cinque piccoli e penso che l’esultanza di Romanò dopo aver conquistato il rimbalzo offensivo sia stata la fotografia di questa partita. Ringrazio tutti i ragazzi perché oggi la squadra ha disputato una grande partita di sacrificio, e tutti quelli che sono scesi in campo hanno giocato una grande contesa, piena di attenzione rispettando il piano partita”.

 

Articoli correlati:

Tradizione sportiva e storia sociale, la Sutor Basket ha una nuova casa

Tradizione sportiva e storia sociale, la Sutor Basket ha una nuova casa


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X