facebook twitter rss

Prorogati i termini per
il bando a sostegno dell’area
di crisi complessa

REGIONE - C'è tempo fino al 13 marzo per presentare progetti imprenditoriali riferiti al distretto pelli e calzature del Fermano-Maceratese. "Assicurare la massima partecipazione delle aziende interessate con il pieno impiego 15 milioni di euro previsti, incrementando le opportunità occupazionali per il territorio”, ha affermato l'assessore Castelli
Print Friendly, PDF & Email

 

Con la circolare del 12 gennaio 2021, la numero 61 è stato prorogato alle ore 12.00 del 13 marzo 2021 il termine per presentare i progetti a valere sull’avviso pubblico finalizzato alla selezione di iniziative imprenditoriali nel territorio dell’area di crisi industriale complessa del “Distretto delle pelli e calzature del Fermano-Maceratese”, tramite ricorso alle risorse nazionali della legge numero 181/1989.

“Abbiamo tenuto fin dalla fase precedente le festività natalizie – dichiara l’assessore regionale con delega alle aree di crisi, Guido Castelli (foto) -, un confronto serrato e costante con le istituzioni e le associazioni di categoria locali, da un lato, e con il Ministero dello sviluppo economico e Invitalia, dall’altro, per monitorare lo stato di presentazione delle domande e valutare l’opportunità di una proroga del termine di scadenza. La decisione di posticipare di 60 giorni il termine – continua Castelli – è stata condivisa da tutti gli attori del territorio e dai soggetti sottoscrittori dell’accordo, tenendo conto della concomitanza della pausa natalizia, della perdurante fase di emergenza Covid e, elemento non secondario, del fatto che la data di avvio è stata più volte posticipata in attesa della registrazione dell’Accordo di Programma da parte della Corte dei Conti”.

“Il nostro obiettivo – conclude Castelli – è di assicurare la massima partecipazione delle aziende interessate ad investire e il pieno impiego delle risorse, pari a 15 milioni di euro, contribuendo al rilancio e allo sviluppo dell’area e all’incremento delle opportunità occupazionali per i disoccupati e i giovani del territorio”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X