facebook twitter rss

Mirko Cudini confermato
al vertice dell’Aiac di Fermo

CALCIO - L'ex difensore centrale prof, attuale allenatore del Campobasso, sarà ancora il presidente dell'Associazione Italiana Allenatori di Calcio provinciale. Con lui eletti i consiglieri Del Gatto, Pomili, Paci, Marziali, Rutinelli e Manoni
Print Friendly, PDF & Email

di Paolo Gaudenzi

 

FERMO – Nelle votazioni svolte il 4 gennaio, ma verbalizzate solo di recente,  l’Associazione Italiana Allenatori di Calcio regionale ha rinnovato i relativi vertici per ogni territorio provinciale.

Per l’ambito di Fermo, unito in un tutt’uno con quello di Ascoli Piceno, carica conservata in quota a Mirko Cudini (foto), ex difensore centrale professionista nelle massime serie nei decenni scorsi, ed attuale allenatore del Campobasso, collettivo impegnato al vertice della classifica del Campionato Nazionale Dilettanti, girone F.

Con Cudini, alle urne fermane relativamente al nostro territorio e presso quelle di Grottammare per l’area picena, sono stati eletti consiglieri i tecnici Andrea Del Gatto, Giancarlo Pomili, Paolo Paci, Antonio Marziali, Massimo Rutinelli e Manolo Manoni. Con loro eletti anche due delegati, vale a dire Maurizio Tancredi e, in qualità di quota rosa, Linda Serafini.

“Ci siamo ricandidati per dar seguito al lavoro già svolto – il commento di Cudini -, abbiamo voluto continuare sulla rotta tracciata, e saremo quindi in carica anche per il prossimo quadriennio. Il nostro obiettivo? Quello di dare assistenza territoriale ai tecnici ed organizzare eventi formativi, nei limiti del possibile visto che, come noto a tutti, il momento non è dei migliori. Non da meno vogliamo essere una sorta di punto di riferimento per tutti gli allenatori del territorio, offrendo attenzione ed assistenza anche, perché no, su tematiche extra calcio”.

“Ricordo infine che per poter fruire dei nostri servizi bisogna essere associati – la conclusione di Cudini -. Ovviamente tutti gli allenatori possono aderire. La nostra aspettativa, dunque, è quella di poter contare su numeri costantemente crescenti“.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti