facebook twitter rss

I sangiorgesi per i sangiorgesi
e non solo, “Aiutiamoci”: la raccolta di alimenti
per famiglie in difficoltà fa centro

PORTO SAN GIORGIO - I beni alimentari saranno distribuiti dai servizi sociali del Comune. Donazioni anche a Il Ponte, Croce azzurra e Pars
Print Friendly, PDF & Email

I sangiorgesi per i sangiorgesi. E la raccolta di beni alimentari, ribattezzata “Aiutiamoci”, per le famiglie in difficoltà, fa centro.
Ieri un gruppo di sangiorgesi, capitanati da Luca Turtù e Pio Pierluigi Panfili, si è organizzata per raccogliere beni alimentari di prima necessità a lunga scadenza da donare alle famiglie più in difficoltà. E l’iniziativa ha fatto centro. “In questo periodo così difficile abbiamo voluto muoverci e accendere una scintilla per andare incontro a chi è in difficoltà. Siamo davvero soddisfatti della riuscita dell’iniziativa e sicuramente la ripeteremo – raccontano gli organizzatori – abbiamo raccolto molti beni alimentari a lunga scadenza che ora, tramite i servizi sociali del Comune, verranno distribuiti a chi è meno fortunato di noi. Stimiamo di poter andare incontro alle esigenze di circa 100 famiglie”.

“E oltretutto – aggiungono gli organizzatori – siamo riusciti ad accumulare beni anche per effettuare donazioni a Il Ponte, alla Croce Azzurra e alla comunità Pars. Questo ci riempie di gioia ma la soddisfazione maggiore è stata il poter riscontrare la grandissima adesione da parte dei sangiorgesi nel donare una parte della loro spesa. Ringraziamo il sindaco Loira e il vicesindaco Gramegna per averci concesso la possibilità di posizionare un banchetto in centro, come pure Fabio Marini di Yogurino che ci ha ospitati nel gazebo. E’ andata davvero bene e sicuramente torneremo a organizzare la raccolta perché siamo convinti che solo adoperandosi, spendendosi in ogni modo, tutti insieme, si possono superare momenti così difficili come quello che stiamo vivendo in quest’epoca oltretutto flagellata da Covid. Abbiamo volutamente tenuto fuori la politica e non abbiamo accettato donazioni in denaro proprio per mantenere la linea della donazione da sangiorgese a sangiorgese dando valore a un senso di comunità che è la nostra principale forza”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti