facebook twitter rss

Salvini: “Nelle Marche
anche sulla scuola la Regione
fa meglio del Governo”

SCUOLA - Il plauso del leader della Lega all'assessore regionale Latini: "Scuole più sicure e aerate, acquisto di impianti per la purificazione dell’aria, fondi alle famiglie per acquistare strumenti informatici"
Print Friendly, PDF & Email

“Scuole più sicure e aerate, acquisto di impianti per la purificazione dell’aria, fondi alle famiglie per acquistare strumenti informatici. Mentre il governo pensa ai banchi a rotelle, la Regione Marche, con l’assessore all’Istruzione della Lega, risponde con i fatti. Orgogliosi dei nostri amministratori locali, che sono felici di lasciare Roma per lavorare sul territorio come sta facendo Giorgia Latini”.

E’ quanto sostenuto dal leader della Lega Matteo Salvini che torna a bacchettare il governo Conte. E questa volta applaudendo l’operato dell’amministrazione Acquaroli, in particolare con il suo assessore leghista Giorgia Latini che ha annunciato “aria nuova per le scuole marchigiane”. “Le Marche – le parole dell’assessore regionale – prima Regione a prevedere interventi strutturali per impianti di aerazione nelle scuole. L’inadempienza del Governo è palese: ha stanziato inutilmente 400 mln di euro per i banchi a rotelle e non ha previsto nulla per la sicurezza nelle scuole. La Regione Marche ha a cuore la salute degli studenti: abbiamo previsto due tipi di intervento, uno strutturale, con la progettazione di un bando rivolto a Comuni e Provincie per interventi strutturali per impianti di aerazione nelle classi, 3 mln di euro per l’acquisto di impianti di purificazione dell’aria tecnologicamente avanzati e 2 mln di euro per gli studenti bisognosi affinché possano acquistare la strumentazione informatica, garantendo loro il diritto allo studio e superare il digital divide nelle Marche. Dalle parole ai fatti”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti