facebook twitter rss

Frecciarossa Ancona-Milano, nuovi tagli:
Acquaroli scrive a Ferrovie dello Stato

IL GOVERNATORE delle Marche sollecita un incontro a breve termine per trovare le migliori soluzioni per gli utenti dopo la decisione di sopprimere l'ennesimo collegamento veloce
Print Friendly, PDF & Email

La stazione ferroviaria di Ancona centrale (foto d’archivio)

 

«Le due principali linee nazionali di collegamento ferroviario delle Marche, con Roma e con Milano, risultano ad oggi particolarmente depauperate, in un contesto che come sappiamo già non gode dei più agevoli e più veloci collegamenti . È del tutto incomprensibile e non accettabile per l’utenza marchigiana la scelta di Ferrovie dello Stato di sopprimere il Frecciarossa Ancona-Bologna-Milano». Il presidente della giunta regionale delle Marche, Francesco Acquaroli ha scritto alle Ferrovie dello Stato per protestare contro una decisione che considera iniqua e per chiedere un incontro a breve termine per affrontare anche queste tematiche e trovare le migliori soluzioni per gli utenti marchigiani.

«Questa decisione – sottolinea il governatore – va a pesare anche sul fatto che l’altra linea di collegamento nazionale, la tratta Ancona-Roma è già nota per le difficoltà di relazioni e gli orari del Frecciabianca del mattino non consentono più di arrivare nella Capitale in tempo utile per partecipare agli incontri e agli impegni di varia natura, con grave danno ai tanti utenti, operatori economici, lavoratori pendolari e cittadini che necessitano dell’utilizzo di tale servizio».


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti