facebook twitter rss

Terza corsia A14, Autostrade:
“Per il Ministero opera prioritaria”,
si può procede con lo studio di fattibilità

AUTOSTRADE - "Nel Piano Economico Finanziario possono essere considerate solo nuove opere o potenziamenti già approvati. La convenzione prevede la possibilità di nuovi inserimenti negli aggiornamenti successivi del Piano"
Print Friendly, PDF & Email

La notizia che la terza corsia A14 non fosse contenuta nel Piano Economico Finanziario ieri ha fatto drizzare i capelli ad associazioni e cittadini nel Fermano. E dopo le prime reazioni a caldo, tra critiche e inviti accorati ad inserire l’intervento nella lista delle opere da compiere sulla rete autostradale che interessa il sud delle Marche, Fermano e Ascolano appunto, Società Autostrade ha diramato una nota chiarificatrice in cui spicca l’indicazione del Ministero sulla terza corsia come “opera prioritaria”. “A14, nel Piano Economico Finanziario – spiega Autostrade per l’Italia – possono essere considerate solo nuove opere o potenziamenti già approvati. La convenzione prevede la possibilità di nuovi inserimenti negli aggiornamenti successivi del Piano”.

“Con riferimento a quanto rappresentato da alcune agenzie di stampa relativamente a una possibile estensione dell’intervento di ampliamento a tre corsie dell’autostrada A14 nel tratto a Sud di Porto Sant’Elpidio, Autostrade per l’Italia chiarisce che tale iniziativa non è ancora contenuta nella nuova formulazione del Piano Economico Finanziario. Ciò in quanto il Pef può considerare solo gli impegni già assentiti in Convenzione, e cioè approvati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti sulla base di studi già conclusi. La Convenzione prevede che si attivino i progetti di fattibilità necessari ad attuare nuovi investimenti, secondo le procedure previste. In merito a queste ultime, ASPI rende noto di aver ricevuto dal Ministero l’indicazione che l’opera in questione è prioritaria e di procedere pertanto alla redazione dello studio di fattibilità”.

Giorgio Fede

“La terza corsia dell’autostrada A14 nel sud delle Marche è una priorità”. E’ quanto dichiara il senatore del Movimento 5 Stelle Giorgio Fede, membro della Commissione lavori pubblici in Senato. “Il chiarimento sulle voci incontrollate di ieri sulla terza corsia dell’A14 arriva tempestivo dal Ministero delle infrastrutture, immediatamente sollecitato da me. E’ stato chiarito l’equivoco. Sulla nota di Autostrade, Aspi ha reso noto di aver ricevuto dal Ministero l’indicazione che l’opera in questione è prioritaria e che procederà pertanto alla redazione dello studio di fattibilità. Autostrade per l’Italia ha spiegato che la terza corsia dell’A14 non è ancora contenuta nella nuova formulazione del Piano Economico Finanziario in quanto il Pef contempla solo gli impegni già in Convenzione, e cioè approvati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti sulla base di studi già conclusi, quindi è necessario che si attivino i progetti di fattibilità per poi arrivare ai nuovi investimenti, secondo le procedure previste”.
“La polemica è stata immediatamente smontata, rimettiamo al centro il lavoro. Ringrazio il viceministro Cancelleri, con cui ci eravamo sentiti ieri, per il chiarimento sull’ennesima notizia non esatta. È poi curioso dover ascoltare certi discorsi, quando parliamo di un’opera bloccata nel 2007 da amministrazioni di destra e di sinistra. A differenza loro, stiamo finalmente facendo ripartire il percorso interrotto. Nessun colpo di scena, semplicemente un lavoro continuo ed attento, così come dichiarato in precedenza e come evidentemente non era mai stato fatto”, continua il senatore M5S.
“Cerchiamo di essere seri, i cittadini hanno bisogno di chiarezza, per le opere bloccate in precedenza bisogna riavviare i processi a partire da un nuovo studio di fattibilità per poi arrivare alle fasi successive. Ricordo anche che il tutto è reso non semplicissimo dai contratti esistenti col concessionario, anche questi affrontati per la prima volta dal Movimento. Come al solito, anche su quest’opera fondamentale per il nostro territorio, sono decenni che aspettiamo inutilmente, e si farà qualcosa solo grazie alla nostra presenza al Governo”, conclude Fede.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti