facebook twitter rss

Tutela del territorio e ricostruzione,
incontri in terza commissione

REGIONE - Momento di confronto della Commissione Governo del Territorio con la dirigente del servizio difesa del suolo della Regione Marche e con il direttore dell’Ufficio speciale per la ricostruzione. Al centro degli incontri le modalità dell’assegnazione dei fondi per il contrasto al dissesto idrogeologico e lo stato di attuazione del processo di ricostruzione
Print Friendly, PDF & Email

La tutela del territorio, con particolare riferimento alla disponibilità di risorse per contrastare il dissesto idrogeologico, e l’attività dell’Ufficio Speciale Ricostruzione (Usr) relativamente allo stato di attuazione del processo di ricostruzione sono stati gli argomenti di cui si è parlato nel corso di due incontri della Commissione Governo del Territorio.

“Nel corso del primo, con la dirigente del Servizio Difesa del suolo della Regione Marche, Stefania Tibaldi – comunicano dalla Regione – è stata posta l’attenzione sulla disponibilità di risorse e sulla modalità di assegnazione e gestione dei fondi per contrastare il dissesto idrogeologico, a partire dall’illustrazione del funzionamento della banca dati ReNDiS (Repertorio nazionale degli interventi per la difesa del suolo). Il secondo incontro, con il Direttore dell’Ufficio Speciale Ricostruzione (Usr), Stefano Babini, ha riguardato il tema della ricostruzione post sismica, dall’organizzazione dei quattro uffici regionali (tre più operativi, il quarto, quello di Ancona, più amministrativo e con funzioni di raccordo) alla mole degli interventi da attuare, con poco più del 10% delle pratiche processate e un lavoro da fare che include circa 46mila tra edifici da riparare e progetti da esaminare. Le criticità maggiori – è stato evidenziato durante il corso dell’incontro – riguardano principalmente la eccessiva burocrazia e codici di comportamento non sempre univoci. “In tal senso – ha affermato il presidente della Commissione Andrea Antonini (Lega) – sarà impegno della Commissione sostenere gli uffici per agevolarne il lavoro nel processo di ricostruzione che tutti auspichiamo, attraverso provvedimenti che possano semplificare e risultare maggiormente chiari ed efficaci”. “Incontro utile – ha detto il vicepresidente, Luca Santarelli (Rinasci Marche) – per conoscere lo stato delle opere di mitigazione del rischio idraulico che sono state realizzate e quelle in corso di realizzazione e previste per il quinquennio 2021/2025”. Sempre Santarelli, sul tema della ricostruzione, ha sollecitato il potenziamento dell’Ufficio Ricostruzione attraverso la velocizzazione dell’iter assunzionale di nuove professionalità, anche non soltanto tecniche, e ha proposto, superata la fase pandemica, una visita della Commissione presso gli uffici periferici ubicati nelle zone terremotate”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti