facebook twitter rss

Barriere fonoassorbenti lungo la ferrovia,
‘No al Muro Sì al Mare’ incontra Acquaroli:
“Allarghiamo la battaglia ad altre regioni”

INCONTRO tra il coordinamento dei comitati “No al Muro, Sì al Mare” delle Marche e il governatore: "Si è concluso con la promessa di rivederci tra un mese e mezzo per aggiornamenti e pianificare nuove iniziative tra cittadini, sindaci e Regione Marche"
Print Friendly, PDF & Email

Ieri il coordinamento dei comitati “No al Muro, Sì al Mare” delle Marche ha incontrato il Governatore Francesco Acquaroli presso Palazzo Raffaello. Erano presenti anche rappresentanti dei comitati di Falconara, Marotta, Senigallia, Fano, Potenza Picena, Porto Sant’Elpidio, i sindaci di Falconara, Mondolfo e Senigallia e i tecnici della Regione, Dott. Goffi e Dott. Ciccioli.


“Il Coordinamento ha illustrato al Governatore le azioni intraprese dal 2018 fino ad oggi e quello che si è ottenuto, riconoscendo al Presidente – si legge in una nota diffusa dal coordinamento – la sua azione contro le barriere sin dall’inizio del suo incarico. I tecnici e l’assessore Aguzzi, intervenuto telefonicamente, hanno spiegato ai presenti la situazione attuale, confermando che le Marche, nella commissione tecnica ambiente della Conferenza Stato – Regioni, sono le uniche ad aver votato contro questo progetto.
Preso atto che per abbattere l’inquinamento acustico esistono altre soluzioni meno impattanti delle barriere fonoassorbenti, come intervenire sui binari o sui treni, e considerato che molti cittadini e istituzioni non ne sono a conoscenza, si è deciso di allargare la ‘battaglia’ ad altre Regioni, a partire da Abruzzo e Molise, così da poter portare in sede di Conferenza Stato – Regioni la questione e cercare di far fare quelle modifiche alla legge, richieste anche dall’ad di Rfi, Maurizio Gentile, che eviterebbero la realizzazione del muro. L’incontro si è concluso con la promessa di rivederci tra un mese e mezzo per aggiornamenti e pianificare nuove iniziative tra cittadini, sindaci e Regione Marche”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti