facebook twitter rss

Vini tra pandemia ed e-commerce:
i dati di vendita dell’ultimo anno

VINI - L’emergenza sanitaria legata alla pandemia da Covid-19 ha sconvolto ogni aspetto della vita quotidiana, senza tralasciare l’economia ed il commercio, incluso quello alimentare. C’è però un prodotto in particolare che a quanto pare è stato in parte risparmiato dall’inevitabile crisi del 2020: si tratta del vino, che ha fatto registrare buoni numeri sia nel commercio fisico che in quello digitale. Vediamo dunque cosa dicono i dati più recenti sulle vendite.
Print Friendly, PDF & Email

Le statistiche sulle vendite di vino nel 2020

Difficile prevedere cosa succederà nel 2021, ma l’anno da poco conclusosi ha portato ad una crescita del valore del comparto del vino del 6,9%, in controtendenza rispetto a quasi tutti i settori dell’economia. Questo incremento si è fatto sentire più forte durante il lockdown: secondo i dati elaborati da Vinitaly e Iri relativi al periodo tra gennaio e aprile, infatti, la grande distribuzione organizzata ha registrato un aumento degli acquisti di vino del 7,9% in volume e del 6,9% in valore. Ovvio che di pari passo con questa crescita c’è stata anche la chiusura di bar e ristoranti per periodi anche lunghi nel corso di tutto l’anno, ma il risultato del comparto resta comunque positivo. Aumentano le vendite di vini Doc e Docg fino al 9,9%, mentre i vini Igt registrano un +4%; bene anche il prosecco, che nel periodo del lockdown ha beneficiato in un certo senso della moda degli aperitivi a distanza ed è cresciuto nelle vendite dell’8,3%, così come un prodotto ancora di nicchia nel mercato ma comunque in ascesa come il vino biologico, le cui vendite sono salite del 19%.

Sale anche la vendita online

Se la grande distribuzione organizzata non ha risentito della pandemia e anzi ha registrato numeri ottimi, a fare il botto vero e proprio nella vendita di vino è stato l’e-commerce. Sono molti i siti online che offrono bevande e generi alimentari che sono stati utilizzati dagli utenti web nei mesi scorsi: ad esempio, su questo link scopri i vini Gewürztraminer online su Tannico , tanto per citare uno dei portali più famosi. La stessa ricerca sopra citata evidenzia che l’e-commerce di vino è cresciuto del 122% nel progressivo 2020, con picchi anche del 200% se si considerano solo i mesi di marzo e aprile, quando si era costretti in casa per il lockdown. Nel corso dello scorso anno più della metà degli italiani ha comprato vino online per la prima volta e, tra questi, il 47% afferma che continuerà a farlo.

Ovviamente l’e-commerce resta ancora una fetta molto piccola dell’intero mercato di vendita del vino, ma questi ritmi forsennati di crescita fanno pensare che non lo resterà a lungo. La vendita online potrebbe dunque dare ancora più spinta in futuro al vino, che oggi viaggia anche sul web.

Guest Post


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti