facebook twitter rss

Cna: ”Patronati, ruolo fondamentale
ma occorrono risorse di sostegno”

FERMO - L'analisi del presidente Silenzi: "Le minori entrate contributive stanno minando i fondi. La crisi acuita dalla pandemia ha però di contro enfatizzato il ruolo di tale servizio, strumento di coesione sociale a gestire pratiche di bonus, indennizzi, ristori, cassa integrazione, pensionamenti, invalidità, ammortizzatori sociali, bonus famiglie e nuovi nati"
Print Friendly, PDF & Email

 

Da sinistra, il direttore Alessandro Migliore, Roberta Di Lorito ed il presidente Paolo Silenzi

“C’è un fabbisogno di 71 milioni per non pregiudicare gli standard di servizio garantiti negli ultimi anni dal sistema dei patronati”.

E’ categorico Paolo Silenzi, presidente della Cna di Fermo. L’occasione del pensionamento dallo scorso primo febbraio di Roberta Di Lorito, per anni punto di riferimento del patronato Epasa di Cna Fermo, ha fornito al presidente l’occasione per fare il punto della situazione su una realtà di servizio alle persone che è un fiore all’occhiello per il sistema Cna, e di rinnovare nel mentre il suo incoraggiamento a tutti i collaboratori del settore.

Ha sottolineato Silenzi: “L’intervento è assolutamente necessario per effetto delle minori entrate contributive che alimentano il sistema di finanziamento dei patronati. Proprio la crisi provocata dalla pandemia ha evidenziato il ruolo fondamentale dei patronati quale strumento di coesione sociale avendo assicurato, nel nostro caso, la gestione di migliaia di pratiche per bonus, indennizzi, ristori, cassa integrazione. Attraverso gli uffici dei patronati passa la stragrande maggioranza delle domande di pensionamento, invalidità, ammortizzatori sociali, bonus famiglie e nuovi nati”.

A raccogliere a nome di tutti l’invito del presidente ci ha pensato Sabrina Giusti, ormai da due anni responsabile dello sportello fermano del patronato: “C’è una sfida nella sfida: restare all’altezza delle attese delle persone, sempre più in difficoltà e disorientate dalla pandemia. Lo si può fare anche svolgendo una pesante burocrazia che spesso è dietro a tante richieste. Noi ci mettiamo la faccia, come sempre. E le nostre competenze, su cui cerchiamo costantemente di aggiornarci”.

Prosegue Sabrina Giusti: “Presso il nostro patronato Epasa è possibile richiedere tutte le prestazioni che la legge stabilisce in materia di welfare e per l’emergenza Coronavirus. La cooperazione applicativa con l’Inps ci permette di effettuare tutte le domande previste dalla legge in tempo reale, senza secondi passaggi. Le prestazioni richiedibili riguardano: Emergenza Coronavirus, Lavoro e Salute, Invalidità, Contributi e Pensioni, Welfare e Famiglia, Immigrazione e Servizi per il cittadino”.

La piccola cerimonia, nel rispetto delle norme del periodo, che i colleghi della Cna territoriale di Fermo, il presidente Paolo Silenzi ed il direttore Alessandro Migliore hanno voluto creare come ulteriore occasione di cordialità attorno a Roberta Di Lorito si è conclusa con la consegna di una targa ricordo nel segno di <infinita stima e riconoscenza … alla collega sempre preziosa>.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti