facebook twitter rss

Pulizia dell’arenile del fratino,
successo per l’iniziativa
delle associazioni ambientaliste

FERMO - Nella giornata di ieri, in località Lido, istallata anche la cartellonistica informativa e didattica nel merito, per un momento sostenuto da Legambiente, Lipu, Wwf, Italia Nostra, Comune di Fermo, assessorato alle politiche ambientali e la Fermo Asite. L'assessore alle politiche ambientali, Ciarrocchi: “Cresce l’opera di valorizzazione di quest’area, punto di attrazione turistica ambientale e naturale”
Print Friendly, PDF & Email

Un momento delle fasi di pulizia

Successo per l’iniziativa che ha visto ieri mattina la pulizia della spiaggia del fratino a Lido di Fermo, organizzata dalle associazioni ambientaliste come Legambiente, Lipu, Wwf, Italia Nostra, con la collaborazione ed il sostegno del Comune di Fermo, assessorato alle politiche ambientali e la Fermo Asite.

Mobilitati volontari, attivisti e simpatizzanti e altre 50 persone che, attrezzati di guanti e di tanta buona volontà, si sono ritrovati per pulire l’arenile di tutta l’area, nota anche come habitat per la nidificazione del fratino.

Un’operazione che ha visto chi ha partecipato in modo fattivo rimuovere rifiuti inorganici (ad esempio vetro, metalli, plastica) lasciati dall’uomo o riportati a riva dalle mareggiate. L’assessore all’ambiente Alessandro Ciarrocchi ha portato il saluto e la collaborazione dell’amministrazione comunale e dell’Asite, per cui erano presenti due operatori, oltre al direttore Emilio Cuomo.

La cartellonistica installa ieri in località Lido

“Si è rinnovato un appuntamento che ogni anno vede sempre proficuamente insieme Comune, Asite e le associazioni ambientaliste, che ringrazio, prendersi cura di questa importante area – le parole dell’assessore Ciarrocchi -. Un’iniziativa non fine a se stessa, ma che va nel solco di una progettualità che per un verso permette di scongiurare l’uso di mezzi meccanici e dall’altro consente la salvaguardia di un paesaggio idoneo al fratino e fruibile al passaggio anche degli utenti della spiaggia, in cui gli attori coinvolti collaborano a braccetto, a beneficio dell’intera comunità, cui voler anche trasmettere un messaggio civile rilevante, d’esempio per le giovani generazioni sull’importanza del rispetto dell’ambiente circostante e delle nostre aree protette, che sono essenziali habitat di vita sia animale che floristica”.

“E per questo siamo lieti che da ieri sono anche visibili in quest’area cartelloni informativi e didattici curati dalle associazioni e installati dall’Asite ai margini nord e sud dell’area per poter dare informazioni sul fratino e sulla peculiarità dell’area stessa – le conclusioni -. Un’opera di valorizzazione che ha l’obiettivo di caratterizzare l’area affinché possa divenire anche un punto di attrazione turistica ambientale e naturale, per offrire ai cittadini e turisti un litorale frequentabile non solo dal punto di vista balneare”. Iniziative di questo genere, hanno detto Comune e associazioni, si ripeteranno sicuramente nell’immediato futuro, sia nell’area del fratino, sia in altri punti del lungomare.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti