facebook twitter rss

Giornata Mondiale del Malato,
le iniziative dell’Arcidiocesi: convegno web e diretta della Santa Messa dalla Cattedrale

MALATI - L’Arcivescovo celebrerà, giovedì 11 febbraio nella memoria della Beata Vergine Maria di Lourdes alle ore 16  in Cattedrale, una Santa Messa per i curanti, medici e operatori sanitari, e per tutti gli ammalati
Print Friendly, PDF & Email

 

Giovedì 11 febbraio, in occasione della XXIV Giornata Mondiale del Malato e nella ricorrenza liturgica della Beata Vergine Maria di Lourdes, l’Ufficio diocesano per la Pastorale della Salute, Vita e Bioetica, propone un web convegno registrato che sarà caricato e pubblicato dalle ore 8 sul sito e nel canalare you-tube dell’Arcidiocesi. Il web convegno, modalità del tutto nuova e singolare pensata per l’occasione anche in virtù del pieno rispetto delle normative vigenti di contenimento della pandemia, affronterà diverse tematiche a partire da un orizzonte nuovo che attende ciascuno di noi chiamati a “generare speranza” e a guardare oltre il difficile momento che stiamo vivendo: attraverso una spiritualità del servizio e della prossimità alla persona. Molti i nomi chiamati, anche dall’estero, a stimolare la riflessione e a tracciare possibili sentieri di rinascita attraverso i contributi video: medici e infermieri impegnati in prima linea, esperti e personalità del mondo accademico oltre che volontari laici a servizio della pastorale della salute.

A introdurre il convegno e gli interventi dei vari relatori sarà don Massimo Angelelli direttore dell’Ufficio Nazionale per la Pastorale della Salute della C.E.I. Le riflessioni finali sono state affidate al nostro Arcivescovo, monsignor Rocco Pennacchio, il quale, a conclusione del web convegno, volendo consegnare delle personali suggestioni afferma: «sul presente della storia che viviamo: lasciamoci condurre e guidare dalla concretezza della realtà, in particolare la convivenza con il virus, guardando alla fase pandemica come a una ‘maestra’ di vita e di conversione. Sul futuro che ci attende: andare oltre ai modelli pastorali consolidati, lasciando che la pandemia ci metta in discussione. Non potremo prescindere, nella pastorale del futuro, dalle parole: ascolto, realzione di fiducia e alleanza tra paziete e curante». Sul finale l’Arcivescovo ha poi sottolineato come: «Nella persona del bisognoso e del malato Cristo si identifica: ovvero antropolgia e cristologia si incontrano. D’ora in avanti non si potrà certamente prescindere da una formazione e da scelte pastorali centrate su tale dimensione». Il video-convegno, in modalità registrata, sarà fruibile dalle ore 8.00 di giovedì 11 febbraio dalla home page del sito dell’Arcidiocesi e dal canale You-Tube, l’accesso ai contenuti è libero e gratuito.

L’Arcidiocesi rende noto inoltre che monsignor Arcivescovo celebrerà, giovedì 11 febbraio nella memoria della Beata Vergine Maria di Lourdes alle ore 16  in Cattedrale, una Santa Messa per i curanti, medici e operatori sanitari, e per tutti gli ammalati. Per favorire e permettere la partecipazione soprattutto da casa o dalle strutture sanitarie, la Santa Messa verrà trasmessa in diretta sulle frequenze di Radio Fermo 1.

 

Il link del sito diocesano con il programma dettagliato delle iniziative e il materiale da poter scaricare: https://www.fermodiocesi.it/it/In_evidenza/art/6091-generare-speranza/


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti