facebook twitter rss

“Totale contrarietà al biodigestore”
Venti sindaci della Valdaso
firmano la richiesta di annullamento

PROTESTA - I passaggi chiave del documento inviato ai presidenti delle Province di Ascoli Piceno (titolare del procedimento) e di Fermo, oltre che al presidente della Regione Marche
Print Friendly, PDF & Email

di Andrea Braconi

Montalto Marche, Santa Vittoria in Matenano, Campofilone, Monte Rinaldo, Lapedona, Ortezzano, Petritoli, Moresco, Monte Vidon Combatte, Altidona, Montefalcone Appennino, Pedaso, Montelparo, Montedinove, Rotella, Monterubbiano, Carassai, Montefiore dell’Aso, Comunanza e Smerillo: sono i Comuni che hanno firmato la richiesta di annullamento del procedimento per la realizzazione di un impianto di produzione di biometano ed ammendante di qualità da Forsu in località San Salvatore, nel territorio di Force.

Come messo nero su bianco nel documento inviato ai presidenti delle Province di Ascoli Piceno (titolare del procedimento) e di Fermo, oltre che al presidente della Regione Marche, per gli amministratori della Valdaso si tratta di “un progetto che comprime ed incide su interessi primari quali la tutela del territorio e la salute pubblica”. Inoltre, rimarcano, era indispensabile il coinvolgimento del Comuni della stessa Valle dell’Aso.

Un documento che mostra la “totale contrarietà” di amministratori e cittadini. “Riteniamo inoltre che per la tipologia e la grandezza dell’impianto sia del tutto inopportuna la collocazione in un sito come quello individuato, con una bassa densità demografica dell’area e quindi con una minima produzione della tipologia di rifiuto”. Sito che, inoltre, risulta “lontano da arterie stradali principali e con infrastrutture viarie del tutto inidonee ad elevati flussi di mezzi come quelli che ne conseguirebbero”.

L’invito agli organi competenti, quindi, resta quello di intervenire prontamente. I sindaci, come annunciato nei giorni scorsi, si sono riservati di assumere ogni iniziativa ritenuta opportuna per la tutela delle ragioni delle rispettive comunità.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti