facebook twitter rss

LA SEGNALAZIONE
“Non esiste davvero modo migliore
per curare gli alberi di viale Cavallotti?”

PORTO SAN GIORGIO - Alcuni residenti del tratto nord del viale alberato sollevano quesiti sul verde
Print Friendly, PDF & Email

“E’ questo veramente il modo più corretto per curare e mantenere il nostro verde pubblico”. E’ il quesito che si pongono alcuni residenti nel tratto nord di viale Cavallotti. Il loro occhio, infatti, è caduto sulla base delle essenze arboree presenti proprio nel tratto nord del viale sangiorgese, fino a ridosso dell’incrocio con via Castelfidardo.

“Abbiamo notato che la base delle piante è erosa, consumata. E’ forse il frutto del taglio dell’erba con dei macchinari inappropriati per le piante? Non sarebbe meglio, investimento per investimento, che qualcuno si dedicasse manualmente alla cura delle piante. Lungo il tratto nord del viale ci sono degli alberi di recente piantumazione ma che già sono inclinati. Alberelli di oleandri a nostro avviso compromessi. E anche i pini del viale in molti casi sono male ‘ingabbiati’. Molti pali di sostegno ormai non servono più, totalmente scollegati dalle piante. Eppure sono ancora lì. Ma perché non li tolgono? In generale, oltre alla cura del verde, già importantissima di suo, parliamo anche dell’immagine della nostra città. A nostro avviso servirebbe una progettazione tendente ad un ripristino ottimale del verde cittadino tale da portare ad una rigenerazione di quella che una volta veniva indicata come Perla dell’Adriatico”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti