facebook twitter rss

Covid, spaccio e disordini:
i carabinieri blindano il centro

PORTO SAN GIORGIO - In strada anche i vertici dell'Arma fermana, con in testa il comandante del comando provinciale, il colonnello Antonio Marinucci. Diverse le persone identificate, soprattutto giovani, e i pubblici esercizi controllati. E prima di Porto San Giorgio è toccato a Fermo: stesso trattamento con i carabinieri a imprimere un giro di vite ulteriore nel controllo del rispetto della legge
Print Friendly, PDF & Email

A dx il colonnello Antonio Marinucci, comandante del comando provinciale di Fermo

Da nord a sud. E soprattutto in centro. Non era facile, anzi praticamente impossibile, non imbattersi oggi pomeriggio in una pattuglia dei carabinieri a Porto San Giorgio, soprattutto tra le vie del centro. Sì perché i militari dell’Arma hanno deciso di passare al setaccio vie, strade e piazze per contrastare ogni tipo di reato o illecito.

E dunque la lista delle priorità dei militari è presto svelata: rispetto delle norme anti-Covid con, dunque, diversi pubblici esercizi monitorati per verificare la chiusura importa dalla normativa alle 18, ma anche ogni tipo di illecito e reato, dallo spaccio al vandalismo, passando per i disordini sui mezzi del trasporto pubblico locale che nelle ultime settimane si è rivelato come un increscioso fenomeno tutt’altro che semplice da debellare. In strada anche i vertici dell’Arma fermana, con in testa il comandante del comando provinciale, il colonnello Antonio Marinucci. Diverse le persone identificate, soprattutto giovani, e i pubblici esercizi controllati. E prima di Porto San Giorgio è toccato a Fermo: stesso trattamento con i carabinieri a imprimere un giro di vite ulteriore nel controllo del rispetto della legge.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti