facebook twitter rss

“Nuova struttura pronta,
riattivare Medicina ad Amandola”,
interrogazione della Marcozzi (FI)

SANITA' - La capogruppo regionale FI: "Chiedo all’Amministrazione regionale di sollecitare l’Area vasta 4 al fine di usufruire della nuova struttura sanitaria in questione"
Print Friendly, PDF & Email

“Riattivare il reparto di Medicina ad Amandola. Ho chiesto, al riguardo, l’interessamento dell’Amministrazione regionale con un’interrogazione consiliare”. E’ quanto si legge in un comunicato stampa diffuso dalla capogruppo regionale FI, Jessica Marcozzi, in cui la stessa consigliera azzurra annuncia di aver presentato un’interrogazione ad hoc.

“Si dà il caso, infatti, che, dopo la totale inagibilità legata al sisma del complesso ospedaliero Vittorio Emanuele II, il reparto di Medicina Generale Amandola, è stato trasferito presso l’Ospedale Murri di Fermo. Ma Con Ocdpc n. 553 del 31 ottobre 2018, il Comune di Amandola, al fine di garantire la prosecuzione dell’assistenza sanitaria, è stato autorizzato dalla Regione Marche e dalla Protezione civile Nazionale alla realizzazione di una struttura adeguata per l’accoglienza del reparto di Medicina generale, nelle more della realizzazione del nuovo polo ospedaliero. E questa struttura, assolutamente all’avanguardia, è pronta. Sorge in un’area completamente urbanizzata messa a disposizione dal Comune di Amandola. Dopo una Conferenza dei Servizi della Regione Marche, individuato un progetto del Comune, si è passati all’appalto per la realizzazione della stessa che è stata ultimata, si diceva, nell’ottobre scorso rimandando all’Area vasta 4 Fermo la competenza per la sua attivazione e gestione. La struttura in oggetto si compone, su una superficie complessiva di circa 1.500 metri quadrati, oltre che di spazi per i 25 posti letto anche di 8 ambulatori medici, infermieristici e specialistici più sale di fisioterapia e riabilitazione e centro prelievo sangue. Parliamo di una struttura sanitaria all’avanguardia e dotata delle migliori e più moderne tecnologie, adeguata alle recenti disposizioni normative in materia di contrasto alla diffusione del Covid-19. Dai primi di dicembre 2020 è completamente funzionante e atta ad accogliere i pazienti di Medicina. Chiedo quindi all’Amministrazione regionale di sollecitare l’Area vasta 4 al fine di usufruire della nuova struttura sanitaria in questione, provvedendo alla sua attivazione e gestione, con il contestuale trasferimento e rientro ad Amandola dopo il trasferimento di oltre 4 anni fa, dell’importante servizio di Medicina, attualmente ubicata presso l’Ospedale Civile Murri di Fermo”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti