facebook twitter rss

Ambiti sociali, Franchellucci (Ali):
“La Regione deve sostenerli,
i fondi non possono essere tolti”

IL PRESIDENTE Ali Marche Nazareno Franchellucci interviene sulla vicenda della "mancata erogazione del fondo indistinto che sta creando allarme e disagi all’interno degli Ambiti Sociali delle Marche, a cui fa capo la gestione dei servizi sociali territoriali"
Print Friendly, PDF & Email

Il Presidente Ali Marche Nazareno Franchellucci interviene sulla vicenda della “mancata erogazione del fondo indistinto che sta creando allarme e disagi all’interno degli Ambiti Sociali delle Marche, a cui fa capo la gestione dei servizi sociali territoriali”.

 

“In questo difficile momento di congiuntura economica legato anche all’emergenza sanitaria in corso – afferma il presidente – i servizi sociali lavorano in prima linea per supportare e sostenere le numerose situazioni di criticità legate al disagio sociale del momento. La Regione dovrebbe, a maggior ragione, sostenere l’operato degli Ambiti territoriali sociali proprio in questo momento di crisi e non togliere o ritardare l’arrivo di queste risorse che consentono agli Ambiti di attivarsi con flessibilità di fronte a situazioni inaspettate o difficilmente gestibili con dei progetti. I fondi relativi al 2020, un anno particolarmente intenso e difficile, in cui è esplosa la richiesta di assistenza sociale non sono stati assegnati. Per l’anno 2021 non è stata data alcuna assicurazione circa la loro assegnazione. La Regione Marche dovrebbe essere vicina alle istituzioni in questo complicato momento storico e supportarne l’operato proprio nel settore più bisognoso. Gli Ambiti Sociali territoriali hanno permesso di potenziare e qualificare le politiche sociali grazie ad un sistema di servizi ed interventi vicini ai cittadini, per poter mantenere questo sistema è necessario garantire la continuità dei fondi garantendo l’erogazione del fondo indistinto per la copertura del fabbisogno sociale”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti