facebook twitter rss

“Hanno multato me, la dipendente
e una cliente”, lo sfogo del bar
e i commercianti fanno quadrato

FERMO - La protesta del Caffe Mania per le sanzioni ricevute dalla Polizia municipale. E i commercianti della zona insorgono: "Serve comprensione. E poi le regole sono uguali per tutti"
Print Friendly, PDF & Email

La foto delle sanzioni pubblicata su Facebook

di redazione CF

Sta facendo discutere lo sfogo le bar Caffè Mania di Fermo che su Facebook ha pubblicato un post in cui, con amarezza, rende noto a tutti di aver ricevuto dalla Polizia municipale di Fermo tre sanzioni: una arrivata alla proprietaria del pubblico esercizio, una alla dipendente del bar e la terza a una cliente. Il tutto perché una pasta è stata “consumata all’esterno del locale. Unico cliente, dentro e fuori” si legge nel post su Facebook. “Grazie per la comprensione avuta per questo momento particolare, con mesi di cassa integrazione per le dipendenti con relative problematiche, lavoro ai minimi storici”.

Il bar, nel suo sfogo sui social, tira in ballo anche le tempistiche con cui è arrivata la sanzione “a distanza di quasi un mese”. Uno sfogo, si diceva, che ha aperto un fronte a borgo Diaz con alcuni commercianti fanno quadrato attorno al pubblico esercizio e che si dicono “esasperati” per le condizioni in cui versa il commercio a causa della pandemia, e che oggi promettono di non far cadere la cosa “perché così non si riesce proprio ad andare avanti, così proprio non ce la facciamo. Servono provvedimenti urgenti e anche comprensione. Siamo tutti chiamati a rispettare le regole per la lotta comune contro la pandemia, che è arrivata, ricordiamolo, in un momento storico di crisi economia. Siamo sommersi dalle tasse e nessuno ci fa sconti. Ma, primo, le regole valgono per tutti indistintamente, tant’è che noi stessi abbiamo segnalato proprio alla Municipale diverse situazioni da attenzionare in città, ma nulla. E secondo, proprio nell’essere uniti, serve comprensione”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti