facebook twitter rss

Emergenza Covid: dal Comune sostegni
a micro, medie e piccole imprese

FERMO - Nell'agenda dell'ente 130 attività a figurare nei bandi scaduti tra gennaio e febbraio. Risorse che vanno dai 1000 ai 4000 euro, oltre l'abbassamento della Tari ed i bonus erogati per ristoranti, palestre, agenzie di viaggio, altre associazioni e realtà cittadine
Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco di Fermo, Paolo Calcinaro. In copertina l’assessore al commercio Mauro Torresi

“Aiuti reali e concreti a circa 130 attività della nostra città, con contributi che vanno dai mille ai quattromila euro, oltre agli aiuti già attuati con l’abbassamento della Tari, i bonus già dati per ristoranti, palestre, agenzie viaggio ed altre associazioni e realtà cittadine, per uno sforzo veramente forte per un Comune che non ha le economie di un Governo e della Regione: su questo esprimo piena soddisfazione del lavoro della giunta, dell’amministrazione e degli uffici e incoraggio i cittadini con questa vicinanza che cerchiamo di dare”.

Sono queste le parole del sindaco, Paolo Calcinaro, nel commentare l’azione di sostegno e supporto dell’amministrazione comunale di questo periodo a favore delle piccole e medie imprese cittadine, bar e pizzerie i cui bandi di sostegno sono scaduti rispettivamente a febbraio ed a gennaio.

Supporti concreti, a sostegno del rilancio e consentire la ripartenza dei settori produttivi maggiormente colpiti dalle misure restrittive adottate per far fronte all’emergenza epidemiologica da Covid 19. Con il primo bando per le micro e piccole e imprese, quello scaduto a febbraio, si assegna un contributo utilizzabile per lo sviluppo di prodotti, servizi e processi, in grado di rafforzare la capacità di risposta delle aziende, ai fattori di crisi derivanti dall’emergenza sanitaria ancora in corso.

Per questo bando, che aveva inizialmente una dotazione finanziaria complessiva di 100 mila euro, a valere sull’ Asse 3 del Por Fesr Marche 2014-2020/strategia Iti Urbani, rivolto appunto alle micro, piccole e medie imprese, iscritte alla Camera di Commercio e con sede operativa nel Comune di Fermo, l’amministrazione comunale ha reperito ulteriori 150 mila euro per poter finanziare tutte le 64 attività commerciali che hanno aderito, presentando domanda di sostegno entro la data di scadenza, con supporti fino a 4.000 euro.

Aiuti in arrivo anche con il bonus da mille euro a bar e pizzerie al taglio per 66 esercizi della Città (dopo averlo già fornito a ristoranti, palestre, agenzie viaggi, ecc.)

“Si tratta di sostegni che possono rappresentare un piccolo ma significativo segno di vicinanza a tutte quelle attività come piccole e medie imprese, bar e pizzerie particolarmente toccate da questa emergenza che vogliamo supportare proprio per dare loro segnali per un rilancio ed una ripartenza – ha detto l’assessore al commercio, Mauro Torresi – sostegni fattivi con cui come amministrazione siamo al fianco di chi ha bisogno realmente di un supporto, ora più che mai assolutamente necessario, per cui ringraziamo per il lavoro fatto tutto il settore commercio e politiche comunitarie del Comune di Fermo, a partire dal suo dirigente Giovanni Della Casa”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti