facebook twitter rss

Fontana color lilla contro i
disturbi alimentari, il Comune
al fianco di Ilfilolilla e Fada Odv

PORTO SAN GIORGIO - Tre giorni, dal 13 al 15 marzo, con la simbolica dimostrazione di vicinanza alle associazioni in campo per la decima giornata contro i disturbi del comportamento alimentari. Argomento che sarà anche oggetto di approfondimento sul web, tramite il webinar allestito dagli enti coinvolti
Print Friendly, PDF & Email

 

La fontana della <democrazia> illuminata dal 13 al 15 marzo color “lilla”. Anche Il Comune di Porto San Giorgio aderisce quindi all’iniziativa sostenuta dall’associazione “Ilfilolilla” e di “Fada Odv”.

L’associazione “Ilfilolilla” è stata costituita nel 2018 da genitori di ragazze e ragazzi di varie regioni d’Italia che soffrono di disturbi del comportamento alimentare (come anoressia nervosa, bulimia nervosa, binge eating ed altro). L’associazione “Fada Odv”, invece, è nata nel 2016 a Porto San Giorgio e rappresenta le famiglie di pazienti affetti da Dca provenienti dal territorio marchigiano.

Secondo recenti studi, soprattutto in Italia, dette malattie colpiscono più di tre milioni e mezzo di persone, perlopiù adolescenti e giovani. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha classificato i disturbi quale seconda causa di morte per gli adolescenti dopo gli incidenti stradali. La pandemia da Covid 19 purtroppo ha determinato su tutto il territorio nazionale e anche nella nostra regione un aumento dell’incidenza dei disturbi del comportamento alimentare di circa il 30% e ha abbassato l’età di esordio della malattia, che sta colpendo soprattutto soggetti in fascia d’età 10-12 anni con sintomatologia anche grave in fase di esordio.

Le associazioni hanno come scopo, tra gli altri, quello di accrescere la conoscenza, ed in particolare, la capacità di riconoscimento di tali malattie tra i giovani e giovanissimi ma soprattutto da parte dei familiari e degli operatori sanitari. La disinformazione generalizzata, insieme ai pregiudizi diffusi nonché alla carenza di adeguate strutture specialistiche in tutto il territorio nazionale comportano nella maggior parte dei casi notevoli ritardi nel relativo percorso di cura.

“Perché il colore lilla? – spiegano dall’organizzazione – E’ il colore scelto a livello nazionale per identificare la tipologia dei disturbi. Due webinar saranno registrati e divulgati sui social nei giorni 13, 14 e 15 marzo sul canale ufficiale Youtube-ilfilolilla, associazione nazionale genitori contro i Dca”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti