facebook twitter rss

Bancarotta fraudolenta e truffa:
rintracciato e arrestato dai carabinieri,
scattano anche 4 sanzioni anti-Covid

MONTEGRANARO - Dalla compagnia dell'Arma di Fermo: "L’uomo deve espiare una pena di 7 anni, 3 mesi e 28 giorni di reclusione, nonché una pena pecuniaria di 35 mila euro per reati che vanno dalla bancarotta fraudolenta alla truffa, alla violazione degli obblighi di assistenza familiare. I reati che hanno determinato la condanna dell'uomo, sono stati commessi negli anni che vanno dal 2005 al 2017 nelle città di Fermo, Civitanova Marche ed Ascoli Piceno"
Print Friendly, PDF & Email

I carabinieri di Montegranaro. In secondo piano il comandante Di Risio

Raffica di controlli sul territorio da parte dei carabinieri della compagnia  di Fermo. Una persona arrestata e 4 persone contravvenzionate per violazione della normativa covid-19. Sono questi i dati forniti dalla compagnia dell’Arma dei carabinieri, guidata dal tenente colonnello Nicola Gismondi.

“Proseguono, inesorabili, i controlli sul territorio da parte dei carabinieri del comando provinciale di Fermo, comandato dal colonnello Antonio Marinucci. Ed anche stavolta, i risultati non si sono fatti attendere. I militari della stazione di Montegranaro, infatti, coordinati dal luogotenente Giancarlo Di Risio, hanno predisposto un mirato servizio per rintracciare un uomo di circa 50 anni, già noto alle cronache giudiziarie, destinatario di un ordine di carcerazione emesso dalla procura della repubblica di Perugia qualche giorno fa.
L’uomo, che deve espiare una pena di 7 anni, 3 mesi e 28 giorni di reclusione, nonché una pena pecuniaria di 35 mila euro per reati che vanno dalla bancarotta fraudolenta alla truffa, alla violazione degli obblighi di assistenza familiare, è stato rintracciato proprio a Montegranaro ed accompagnato in caserma per essere tratto in arresto.

Il comandante dei carabinieri di Montegranaro, Giancarlo Di Risio

Al termine delle formalità di rito, è stato tradotto presso la casa circondariale di Fermo a disposizione dell’autorità giudiziaria mandante. I reati che hanno determinato la condanna dell’uomo, sono stati commessi negli anni che vanno dal 2005 al 2017 nelle città di Fermo, Civitanova Marche ed Ascoli Piceno”. Ma l’operato dei carabinieri non finisce qui. E ovviamente ci sono anche i controlli anti-Covid. “Come sempre priorità assoluta è stata data dai militari ai controlli sull’osservanza delle norme nazionali per il contenimento del contagio da covid-19. In questo caso gli uomini dell’Arma – continuano dalla compagnia di Fermo – hanno proceduto al controllo, in zona rossa, complessivamente di 174 persone e 34 esercizi pubblici. Quattro, alla fine dei controlli, sono risultati i cittadini contravvenzionati dai militari, perché sorpresi in giro dopo le 22, senza una valida giustificazione che derogasse al divieto di circolazione. I controlli della Benemerita continueranno anche nei prossimi giorni, soprattutto nell’imminente week-end”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti