facebook twitter rss

Sorpresi a bere nel bar e in giro
oltre le 22 o fuori Comune:
7 sanzioni, multato anche un esercente

FERMANO - Complessivamente, nella giornata di ieri gli uomini dell'Arma hanno controllato 190 persone e ben 40 esercizi pubblici.
Print Friendly, PDF & Email

Proseguono i controlli sul territorio da parte dei carabinieri del comando provinciale di fermo, sulla normativa anticovid: sette le persone contravvenzionate, una delle quali titolare di un bar.

“Come promesso a più riprese nei giorni scorsi, i controlli posti in campo dagli uomini della benemerita nella provincia di fermo, per la verifica sull’osservanza della normativa anticovid, proseguono a tutto spiano, senza alcuna soluzione di continuità, giorno e notte. Ed anche ieri, purtroppo, sono fioccate le contestazioni.
Gli uomini della stazione carabinieri di Montegranaro, coordinati dal luogotenente Di Risio, hanno pizzicato due persone che circolavano per le vie cittadine, ben oltre l’orario consentito, senza poter addurre alcuna valida giustificazione.
I colleghi della stazione carabinieri di Falerone, invece, al comando del luogotenente De Santis, hanno beccato tre avventori in un bar, intenti a consumare all’interno del locale, in aperta violazione delle vigenti disposizioni per il contenimento del contagio da covid-19. Ovviamente una quarta contestazione è stata effettuata dai militari, anche a carico del titolare di quel bar, che aveva consentito ai tre clienti di consumare sul posto.
I carabinieri della stazione di Porto San Giorgio, coordinati dal maresciallo maggiore D’Amato, hanno sorpreso un cittadino fermano che circolava per le vie del Comune rivierasco, senza alcuna valida motivazione che lo autorizzasse a derogare alla normativa in vigore. Complessivamente, nella giornata di ieri gli uomini dell’Arma hanno controllato 190 persone e ben 40 esercizi pubblici.
l’operazione ‘zero tolleranza’ avviata dall’Arma dei carabinieri già da diversi giorni, quindi, procede regolarmente giorno per giorno, con la solita priorità: l’assoluto rispetto delle norme per la salvaguardia della salute pubblica”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti