facebook twitter rss

Elica Spa, il fermano Giulio Cocci
è il nuovo amministratore delegato

IMPRESE – Il manager fermano di 51 anni, attuale Group Cfo della società subentra a Mauro Sacchetto che oggi, per ragioni personali, ha rassegnato le proprie dimissioni dalla carica di consigliere e ceo, accettate dal Consiglio di Amministrazione con la decisione di risolvere consensualmente i rapporti contrattuali esistenti
Print Friendly, PDF & Email

Cocci-Elica

Giulio Cocci

 

Elica Spa, capofila del Gruppo leader mondiale nella produzione di cappe aspiranti da cucina, ha un nuovo ceo: si tratta di Giulio Cocci, 51 anni, già Group Cfo della società, ora consigliere e amministratore delegato del gruppo. Il Consiglio di Amministrazione della spa, fa sapere tramite un comunicato di aver nominato il manager per cooptazione, a partire dalla data odierna, previo parere del Comitato Nomine e Remunerazione e con parere favorevole del Collegio Sindacale, «dopo aver accettato le dimissioni di Mauro Sacchetto che ha deciso, per ragioni personali, di lasciare la carica di consigliere e amministratore delegato di Elica S.p.A, con effetto a partire da oggi». Giulio Cocci, nato a Fermo il 13 aprile del 1970, laureato in Economia e Commercio, è entrato in Elica nel 2018 come Group Controlling & Investor Relations Director e ha ricoperto dal 2019 la carica di Group Cfo. Executive con una esperienza internazionale di oltre 20 anni nel settore degli elettrodomestici, ha occupato ruoli di crescente responsabilità in Indesit Company e Whirlpool Corporation, principale produttore mondiale del settore. Il Consiglio di Amministrazione di Elica S.p.A. ha inoltre nominato Stefania Santarelli, in possesso dei requisiti previsti dalla normativa applicabile e dallo Statuto e attuale Corporate Controller e Finance Director della divisione Cooking, Cfo di Gruppo; Emilio Silvi, in possesso dei requisiti previsti dalla normativa applicabile e dallo Statuto e attuale Finance & Administration Director, dirigente proposto alla redazione dei documenti contabili di gruppo, previo parere favorevole del Collegio Sindacale. Si rende noto che in data odierna Giulio Cocci, Stefania Santarelli ed Emilio Silvi non detengono azioni della Società

Confindustria-classifica_imprese-DSC_4350-Francesco_Casoli-400x266

Il presidente di Elica, Francesco Casoli

«Il Consiglio di Amministrazione di Elica S.p.A. e Mauro Sacchetto hanno concordato di risolvere consensualmente i rapporti contrattuali tra loro esistenti. – sottolinea la nota ufficiale della corporacte – Il presidente Francesco Casoli e il Consiglio di Amministrazione hanno rivolto al dottor Sacchetto il pieno ringraziamento per aver guidato la società in un rapido ed efficace percorso di profonda riorganizzazione interna e commerciale che ha portato a un miglioramento della marginalità strutturale e della generazione di cassa, anche in un difficile scenario come quello legato alla pandemia in corso». «Quello trascorso in Elica -sottolinea lo stesso Mauro Sacchetto nel comunicato – è stato un periodo incredibilmente intenso che mi ha concesso la possibilità di conoscere ed apprezzare una realtà̀ dal grande potenziale. Sono molto orgoglioso nel constatare che il nuovo amministratore delegato sarà una persona interna ad Elica e che io stimo profondamente, Elica first ancora una volta. Ho fatto del mio meglio per dare a questa azienda tutta la mia competenza professionale e la mia attenzione umana. Infine, voglio sinceramente ringraziare tutti i miei collaboratori per aver arricchito il mio bagaglio personale e di lavoro, non solo con la loro competenza, ma anche con la loro grande passione». «Mauro ha fatto un grandissimo lavoro nel costruire un team vincente e un piano d’azione chiaro, strutturato e mirato al turnaround della profittabilità del Gruppo. – aggiunge il presidente Francesco Casoli Comprendo le profonde ragioni personali che lo hanno portato a prendere questa decisione; ritengo che questa scelta arrivi in un momento nel quale abbiamo raggiunto un livello di maturità interna che ci ha portato a vedere in Giulio la naturale successione sia per la consapevolezza delle priorità del Gruppo che per la leadership dimostrata nel suo percorso in Elica».

Fabriano-Elica-DSC_0172-400x267

Uno degli stabilimento Elica (foto d’archivio)

Elica e Mauro Sacchetto, previo parere favorevole del Comitato per le Nomine e la Remunerazione ed approvazione del Consiglio di Amministrazione, hanno siglato un accordo che prevede, «oltre alla rinuncia ad ogni eventuale reciproca spettanza o pretesa, un patto di non concorrenza a valere fino alla fine del 2023 – prosegue la nota – e la disponibilità di Mauro Sacchetto a prestare la propria consulenza a favore di Elica nel corso del 2021, per un totale complessivo di 750.000 euro, oltre al riconoscimento del compenso fisso e variabile di breve termine fino a data odierna. L’accordo non prevede il riconoscimento di indennità né il mantenimento di benefici o diritti significativi successivi alla chiusura del rapporto. L’erogazione della somma di cui sopra avverrà, al più tardi, entro fine aprile 2021, salvi il diritto alla restituzione e al risarcimento del danno in caso di inadempimento. Ad oggi, il dottor Mauro Sacchetto non detiene azioni della Società».

IL GRUPPPO ELICA – Il Gruppo Elica, attivo nel mercato delle cappe e piani cottura aspiranti da cucina sin dagli anni ’70, presieduto da Francesco Casoli e guidato da Giulio Cocci, è oggi leader mondiale in termini di unità vendute. Vanta inoltre una posizione di leadership a livello europeo nella progettazione, produzione e commercializzazione di motori elettrici per cappe e per caldaie da riscaldamento. Con circa 3.700 dipendenti, il Gruppo Elica ha una piattaforma produttiva articolata in sette siti produttivi, tra Italia, Polonia, Messico, India e Cina. Lunga esperienza nel settore, grande attenzione al design, ricercatezza dei materiali e tecnologie avanzate che garantiscono massima efficienza e riduzione dei consumi, sono gli ù elementi che contraddistinguono il Gruppo Elica sul mercato e che hanno consentito all’azienda di rivoluzionare l’immagine tradizionale delle cappe da cucina: non più semplici accessori ma oggetti dal design unico in grado di migliorare la qualità della vita.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti