facebook twitter rss

Grazie a ”La Storia di Mammolina” l’omnicomprensivo si aggiudica il premio regionale “Linguaggi di Genere”

SCUOLA - All'istituto che ricomprende le città di Amandola, Montefortino e Santa Vittoria in Matenano il riconoscimento nell’ambito del concorso regionale “Sulle vie della parità nelle Marche”, giunto alla quarta edizione, indetto dall'Ambito Territoriale Sociale 15, sistema museale dell'università di Camerino, Settenove edizioni, Cgil Marche, Cisl Marche e Uil Marche con il patrocinio dell'UsigRai
Print Friendly, PDF & Email

 

 

Grandissima soddisfazione all’istituto omnicomprensivo di Amandola, Montefortino e Santa Vittoria in Matenano per il prestigioso riconoscimento conseguito dalla scuola dell’infanzia di Montefortino che si è aggiudicata, con il progetto “La storia di Mammolina”, il premio “Linguaggi di genere” nell’ambito del concorso “Sulle vie della parità nelle Marche”.

Il Concorso regionale, giunto alla sua IV edizione, è stato indetto dall’osservatorio di genere in collaborazione con l’Ambito Territoriale Sociale 15, il sistema museale dell’università di Camerino, Settenove edizioni, Cgil Marche, Cisl Marche e Uil Marche con il patrocinio dell’UsigRai e con la sponsorizzazione di Coop Alleanza 3.0 con l’obiettivo di: promuovere la riscoperta di figure femminili che hanno contribuito allo sviluppo sociale, culturale o economico del territorio e proporle alle sedi competenti per nuove intitolazioni, al fine di ridurre il gap di genere nella toponomastica; definire, nel proprio territorio, itinerari in grado di riportare alla luce le tracce delle donne che hanno contribuito alla crescita sociale e culturale del Paese; divulgare, attraverso svariate forme espressive, la conoscenza di protagoniste visibili e nascoste della vita collettiva; ed infine individuare modelli femminili di valore e di differenza di ieri e di oggi ai quali attingere nell’opera complessa della costruzione dell’identità.

Proprio in questo ambito, particolarmente significativo e meritevole è stato giudicato il lavoro svolto dai giovanissimi alunni dell’infanzia di Montefortino dal titolo “La storia di Mammolina”. I bambini, magistralmente coordinati dalle maestre Guerrieri, Capanna e Zazzaretta, hanno ripercorso la vita e le opere di Maria Montessori detta per l’appunto “Mammolina” (mammina cara) attraverso la realizzazione di disegni, video e letture.

In tal modo i bimbi, con il loro progetto, hanno voluto mettere in evidenza, proprio per il tramite della figura di Maria Montessori, la necessità della parità di genere in una società che ancora stenta a comprendere e a valorizzare il contributo fondamentale dell’universo femminile, recuperando in questo senso anche la funzione importantissima del linguaggio. Con la “Storia di Mammolina”, i bambini hanno acquisito la consapevolezza di essere i veri protagonisti del cambiamento perché è oggi più che mai evidente quello che la stessa Mammolina diceva: “ Io prego tutti i bambini che possono tutto, di unirsi a me per la costruzione della pace negli uomini e nel mondo”. La cerimonia di premiazione si svolgerà il 10 maggio e, in quell’occasione, saranno anche rese note le motivazioni del premio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti