facebook twitter rss

In dirittura d’arrivo i lavori in difesa delle costiere cittadine

FERMO - Lavori volti a realizzare scogliere emerse tra Marina Palmense, Casabianca e Tre Archi. Progetto in convenzione tra Comune, Regione Marche e Rete Ferroviaria Italiana ed Edison. La soddisfazione dell'amministrazione nella parole del sindaco Calcinaro e degli assessori Luciani e Torresi
Print Friendly, PDF & Email

Volgono ormai al termine i lavori per la realizzazione delle opere di difesa costiera in città, sia a nord che a sud, finanziate con fondi europei Por-Fesr 2014-2020, asse 5, intervento 15.1.1.

Lavori volti a realizzare scogliere emerse che hanno riguardato due tratti della costa cittadina. Quelle lungo il litorale sud a Marina Palmense, per 600 metri, con un intervento per proteggere la costa e le infrastrutture con scogliere a mare, posizionate nel tratto a sud delle scogliere emerse esistenti.
Per tale progetto nel 2018 era stata sottoscritta una convenzione fra Comune di Fermo, Regione Marche e Rete Ferroviaria Italiana per un importo complessivo di 1.600.000 euro.  Per il litorale nord, con un partenariato con Edison, sono state realizzate nuove scogliere emerse, per altri 600 metri, nella zona Casabianca-Tre Archi.

Esprime soddisfazione il sindaco Paolo Calcinaro: “E’ stata un’azione molto forte della nostra amministrazione: abbiamo praticamente fatto sorgere una nuova spiaggia a San Tommaso con i precedenti interventi, ora mettiamo in sicurezza una larga zona che in alcuni momenti soffriva anche di mareggiate a Riva del Pescatore e a Casabianca e abbiamo messo in sicurezza tutta una zona di camping a sud di Marina Palmense che avevano da anni questa problematica. Il tutto complessivamente anche con l’ausilio della Regione, con i privati, Edison e Ferrovie che ringrazio, oltre che con risorse proprie comunali”.

Sindaco che sottolinea questa proficua collaborazione e che annuncia: “Una grande sinergia che permetterà a Marina Palmense di ottenere probabilmente anche una nuova spiaggia, insieme all’azione molto positiva di ripascimento che si è vista, ma non solo: stiamo valutando con la Regione di fare un’azione simile di emersione delle scogliere radenti nell’altra parte nord di Marina Palmense che porta alla Marina di Porto San Giorgio. Si tratta di un percorso che abbiamo già iniziato a condividere con la Regione”.

Obiettivo raggiunto e lavoro seguito costantemente dall’ufficio tecnico comunale come ricorda l’assessore ai lavori pubblici Ingrid Luciani.

“Nella prospettiva che ci eravamo prefissi di realizzare un piano razionale di difesa della nostra costa, il completamento a nord e a sud di questi interventi è la migliore dimostrazione di un obiettivo perseguito e raggiunto per contrastare l’erosione, trovando in questo modo la soluzione più efficace ad un problema che andava avanti da anni. Un lavoro importante e accurato seguito dal nostro ufficio tecnico che ringrazio, insieme alla Regione e ai partner, Ferrovie e Edison, che per i vari tratti, hanno dato il loro sostegno”.

“Con questi interventi di difesa, le nostre coste si stanno connotando in modo migliore rispetto al passato, perché questi lavori le valorizzano maggiormente, anche da un punto di vista dell’accoglienza turistica. Siamo fiduciosi, inoltre, che il prolungamento a nord a Marina Palmense possa rappresentare un valore aggiunto per questo lido che sta veramente assumendo una nuova vita, se non un’autentica rinascita”, ha aggiunto l’assessore Mauro Torresi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti