facebook twitter rss

Fortuna, 5 Stelle: ”L’area di Santa Lucia doveva essere destinata ad uso studentesco”

FERMO - Tra gli ordini del giorno del consiglio comunale svolto ieri anche la mozione dei pentastellati, respinta dalla maggioranza, in merito alla proprietà Steat. "Avevamo chiesto il cambio di destinazione d’uso verso servizi funzionali alle scuole e nel contempo di aprire un tavolo tecnico, con la dirigenza della società di trasporti, per trovare una nuova area più adatta per il deposito autobus"
Print Friendly, PDF & Email

 

Stefano Fortuna

Ieri, venerdì 19 marzo, si è tenuto un consiglio comunale volto a recuperare i punti non discussi nella precedente assise.

Un consiglio, dunque, che tra gli altri punti all’ordine del giorno ha preso in considerazione la stazione di Santa Lucia, un argomento dove i locali 5 Stelle hanno avanzato la proposta di destinare l’area ad un uso prettamente studentesco.

“Nonostante qualche inutile polemica da parte della maggioranza sull’opportunità o meno di fare un Consiglio supplementare, questo si è rivelato opportuno perché ha permesso alla minoranza di vedere discusse le proprie mozioni in un tempo ragionevole e alla maggioranza di integrare alcuni suoi punti che improvvisamente si sono palesati urgenti – le parole di Stefano Fortuna -. Noi del Movimento 5 Stelle avevamo urgenza di discutere le nostre mozioni poiché, una in particolare, riguardava la richiesta di un cambio di destinazione d’uso per l’area ex stazione Santa Lucia”.

“Questa area, per noi strategica in funzione del polo scolastico lì sviluppatosi, è oggi proprietà della Steat, che si è trovata costretta ad acquisirla a causa della miope visione della precedente amministrazione, che avrebbe potuto averla dal demanio senza asta. Nella nostra mozione abbiamo richiesto di cambiare la destinazione d’uso di quell’area, in modo da vincolarla a servizi funzionali alle scuole e bloccare qualsiasi tentativo di speculazione futura, in quanto zona già ampiamente problematica e intavolare nel contempo un tavolo tecnico con la dirigenza Steat per trovare una nuova area più adatta per il deposito autobus”, ha spiegato il pentastellato.

“Il motivo dell’atto trae origine dalla necessità che la stessa azienda ha più volte espresso di un deposito più consono alle sue esigenze, più lontano dalla città e, nel contempo, dalla necessità di dare un altro respiro ad un’area così intensamente trafficata. Attualmente la viabilità e le problematiche non sono ancora evidentissime a causa delle varie chiusure delle scuole per via dell’emergenza Covid, tuttavia è facile, per un occhio attento, capire l’evoluzione peggiorativa che è in atto. Purtroppo la nostra mozione è stata rigettata dalla maggioranza e anche da tutta la minoranza”, le parole piene di amarezza di Fortuna.

“Le scuse sono state le più diverse, dal <non è tecnicamente possibile> a <questa mozione è vetero-comunista>. Di fatto dopo vent’anni o più di mancanza della politica su quest’area, nuovamente questa si è sottratta alle proprie responsabilità. Non si capisce infatti come il cambio di destinazione di un’area non sia un atto proprio di un’amministrazione, cosa grave dichiarata in Consiglio comunale, cosa ci sta a fare l’amministrazione comunale allora? – l’interrogativo del capogruppo del Movimento  5 Stelle fermano -. O come questa sia lesiva degli interessi della Steat che è una partecipata che svolge il servizio di trasporto pubblico e non dovrebbe fare speculazione edilizia. Ci è stato detto che <vorremmo cacciare la Steat> ma in nessun modo questa mozione è volta a rimuovere l’azienda in malo modo, al contrario pone un freno a qualsiasi ulteriore investimento che precluderebbe, questo si, la possibilità del Comune di entrarne in possesso”.

“In ogni caso, nessuno ha voluto prendersi la responsabilità politica di un’azione chiara sull’area, vuoi per miopia, vuoi per visioni diverse, mai del tutto chiarite o palesate. Purtroppo dobbiamo prendere atto che la politica ha abdicato al suo ruolo e manca di visione strategica. Il sindaco ha comunque annunciato la creazione di un tavolo tecnico, che però è in netto ritardo rispetto alle dichiarazione fatte dal presidente della Steat, nel quale manca un disegno complessivo e perciò, a nostro avviso, non porterà da nessuna parte – le conclusioni di Fortuna -. Un’ultima segnalazione, durante la discussione di questa ma anche di altre mozioni di altri gruppi di minoranza, abbiamo ravvisato un atteggiamento molto preoccupante della maggioranza e anche di qualcuno della minoranza. Un atteggiamento falsamente paternalistico e accondiscendente volto a sminuire l’opera e le proposte dei consiglieri di minoranza, ora perché giovani ed inesperti, ora perché pretestuosi e schierati. Questo atteggiamento lo rimandiamo al mittente ricordando che con pari dignità dei membri della maggioranza siamo consiglieri eletti e i nostri atti possono essere recepiti o non recepiti, condivisi o meno, ma il sindaco non dovrebbe permettersi di sminuire il lavoro da noi svolto, stiamo svolgendo il nostro impegno politico esattamente come lui, nella differenza dei nostri ruoli”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti